Lalli (Federturismo): “Aspettiamo un cambio di passo”

Mancanza di considerazione per gli operatori il posticipo dell’apertura degli impianti sciistici al 5 marzo

Con una nota la presidente di Federturismo Confindustria Marina Lalli chiede al nuovo esecutivo un significativo cambio di passo.
Dal Governo è atteso innanzitutto “un maggiore rispetto degli operatori. Non sono più accettabili queste modalità di procedere, chiediamo maggiore chiarezza, trasparenza e regole certe.

La decisione arrivata in extremis di posticipare l’apertura degli impianti sciistici al 5 marzo non è rispettosa nei confronti di tanti imprenditori, lavoratori e turisti e rappresenta un duro colpo per l’economia della montagna.

Ci auguriamo che ci siano ristori adeguati come è stato promesso, gli indennizzi devono avere la priorità assoluta e devono essere contemplati già nel prossimo decreto, ma quello che rimane intollerabile è un cambio di programma dell’ultima ora.

Questo significa non conoscere il lavoro propedeutico a una riapertura annunciata ormai da settimane e non riconoscere lo sforzo di chi ha sempre lavorato nel rispetto delle regole, investendo in protocolli di sicurezza e che, fidandosi delle disposizioni ricevute, era pronto a ripartire ma invece è stato nuovamente bloccato.

Prima ancora dei ristori ora ci aspettiamo rispetto”.

Tags:

Potrebbe interessarti