Eventi, impatto zero anche per la musica

Il mondo degli eventi è fermo da quasi un anno, non si parla solo di business travel ma anche di altre occasioni di incontro come i concerti. La nuova, e auspicata, programmazione dei mesi a venire potrebbe rivelare qualche novità e soprattutto maggiore consapevolezza nei confronti dell’ambiente.

Sulla scia di questo nuovo trend, nasce l’iniziativa Jazz Takes The Green, la rete dei festival jazz ecosostenibili, prima esperienza italiana di aggregazione di eventi culturali che hanno a cuore la causa “green”. Costituita da 17 festival distribuiti geograficamente tra 11 regioni, da nord a sud tutte accomunate dal desiderio di contenere l’impatto ambientale degli eventi di spettacolo dal vivo.

Fare e proporre musica, e quindi muovere persone e impegnare risorse economiche, non può oggi prescindere dall’assumersi  l’impegno di diffondere valori come il rispetto dell’ambiente e la sostenibilità. Tra i criteri di primaria importanza: riduzione del consumo di risorse naturali; mobilità sostenibile; consumi energetici; gestione rifiuti; eliminazione dell’uso della plastica; utilizzo di allestimenti scenici creati con materiali ecocompatibili; la scelta delle location in cui si svolgono i festival.