Spagna: il 20% delle agenzie a rischio chiusura

Prima dell’inizio della pandemia c’erano circa 9.500 punti vendita nel territorio spagnolo, circa 1.900 potrebbero essere condannati alla cessazione dell’attività dopo circa un anno senza reddito

“Non ci stancheremo di dire che siamo il settore più colpito dalla crisi del Covid-19. Da febbraio abbiamo riscontrato riduzioni significative di fatturazione e annullamenti e soffriamo anche dei default di molti fornitori”. A sottolinearlo il manager del Ceav, Mercedes Tejero.

 

Seppur non sia ancora “in grado di quantificarlo”, riconosce che “ci sono già segnali che il 20% delle agenzie stia cominciando a chiudere, non so se temporaneamente o definitivamente”. Considerando che prima dell’inizio della pandemia c’erano circa 9.500 punti vendita nel territorio spagnolo, circa 1.900 potrebbero essere condannati alla cessazione dell’attività dopo circa un anno praticamente senza reddito, riporta Preferente.

 

D’altra parte, la crisi economica derivata dalla pandemia ha già causato una storica riduzione di posti di lavoro. E tutto indica che il peggio deve ancora venire. “Purtroppo nel 2021 ci sarà una debacle in questo senso, perché anche se lo vorranno, molte agenzie non potranno mantenere il 100% della loro forza lavoro mentre la fatturazione non raggiunge i livelli del 2019″.

Tags: ,

Potrebbe interessarti