Grecia e Uk: trattative per i certificati di vaccinazione

La Spagna, invece, non ha fatto ancora progressi con il mercato britannico, sua principale fonte di turismo internazionale

I governi di Grecia e Regno Unito sono in trattative per lo sviluppo di certificati di vaccinazione, come ha comunicato ieri la BBC sulla sua stazione Radio 4. La Grecia, che questa estate sta scalando fortemente le posizioni come meta prescelta per le vacanze, si è mossa mentre la Spagna, che era favorevole al passaporto proposto dalla Grecia, non ha fatto progressi con il mercato britannico, sua principale fonte di turismo internazionale.

Il ministro del turismo greco, Harry Theoharis ha affermato che il suo governo è in trattative con il Regno Unito per valutare come si possano introdurre i certificati di vaccinazione. “Siamo nella fase di alcuni colloqui preliminari. Sono molto fiducioso che possiamo trovare una soluzione – ha detto -. Speriamo che, con i programmi di vaccinazione in atto, e il Regno Unito è uno dei paesi leader in questo senso, si possa avere un’estate semi-normale”, ha commentato, come riporta Preferente.

La Grecia è una delle destinazioni più popolari per gli inglesi, come attesta la pubblicazione dell’associazione delle agenzie britanniche Abta Magazine, con più di 4 milioni di visitatori ogni anno.

Il ministro greco ricorda che i certificati di vaccinazione devono essere rilasciati dai governi, non dai vari laboratori in Paesi diversi.

Anche Abta si è pronunciata a favore dei certificati di vaccinazione. “Avere la possibilità di ottenerli sarà importante perché questa prova, insieme ai test, farà probabilmente parte delle modalità per riaprire i viaggi”, ha detto il suo ceo, Mark Tanzer.

L’associazione si è detta disponibile a lavorare con il governo britannico per promuovere i certificati che possono evitare test e quarantene. Paesi come Grecia e Cipro stanno già lavorando attivamente in tal senso.