125 milioni di euro di investimenti, il piano di Fiera Milano

Conn.e.c.t. (Connections, Exhibitions, Community, Transformation) 2025 è il piano strategico 2021/2025 approvato dal consiglio d’amministrazione di Fiera Milano. Un’operazione che ha lo scopo di portare la società da una fase ancora condizionata dall’evoluzione della pandemia ad una di “nuova normalità”, con l’obiettivo di collocarsi come partner strategico a fianco delle imprese nei loro processi di innovazione, crescita e internazionalizzazione.

“Il piano riafferma l’impegno di Fiera Milano al servizio del tessuto imprenditoriale del Paese e delle filiere industriali espressione del Made in Italy nel mondo. –ha affermato Carlo Bonomi, presidente di Fiera Milano– Siamo pronti ad affrontare le sfide e a cogliere le opportunità che si presenteranno nel prossimo futuro. Il gruppo si conferma una solida piattaforma di internazionalizzazione e di politica industriale. Il ruolo di Fiera Milano resta quello di generare valore per le imprese, per l’occupazione e per il territorio. In questa fase di cambiamento abbiamo continuato a lavorare in stretta sinergia con tutti gli organizzatori che ci hanno confermato la determinazione di voler ripartire con maggior vigore”.

I risultati preliminari del 2020 attestano ricavi pari a 74 milioni di euro, Ebitda di 10,4 milioni di euro e un indebitamento finanziario netto di 24 milioni di euro. Guardando al futuro invece, i target economico-finanziari al 2025 un fatturato compreso in un range fra 290 e 310 milioni di euro e un Ebitda tra 110 e 120 milioni di euro, superiori ai livelli del 2019, nonostante una contrazione degli spazi espositivi (-12%) rispetto al 2019. Una significativa generazione di cassa che porta ad una disponibilità finanziaria netta, stimata fra 75 e 85 milioni di euro a fine piano. Nel periodo sono programmati investimenti per 115-125 milioni di euro, di cui 90-100 milioni preventivati dalla Fondazione Fiera Milano volti a migliorare l’attrattività e la sicurezza dei quartieri fieristico e congressuale. Inoltre, è stato stipulato con Cassa Depositi e Prestiti un contratto di finanziamento da 20 milioni di euro della durata di cinque anni.

“Con Conn.e.c.t. 2025 ci proponiamo come hub europeo in grado di offrire un network globale e un one-stop-shop focalizzato sui servizi a valore aggiunto che costituiscono un elemento indispensabile per organizzatori, espositori e visitatori. –ha dichiarato Luca Palermo, amministratore delegato e direttore generale– Passiamo da un modello di business che si basava principalmente sugli eventi fisici ad un modello ibrido, nel quale i servizi fisici saranno affiancati ed arricchiti da innovativi servizi digitali che miglioreranno la customer experience. Lavoreremo per rafforzare la dimensione internazionale del gruppo e per arricchire il portafoglio delle manifestazioni dirette e ospitate, facendo leva sull’attrattività di Milano e garantendo un alto livello di sicurezza e qualità dei nostri quartieri espositivi sempre più digitali e sostenibili, grazie anche al supporto degli investimenti di Fondazione Fiera Milano”.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti