Advunite, un centro di ascolto per chi è in difficoltà
Advunite esprime in una nota il dolore per la tragedia di Stefano Cecchi e attiva una misura di supporto per chi è in difficoltà.
“La nostra associazione – si legge – è rimasta molto colpita dal gesto estremo del caro collega. Per questo motivo abbiamo pensato di istituire un centro di ascolto per tutti i colleghi, associati e no, per supportare al meglio coloro che in questo momento vivono una  situazione molto delicata.
Il consiglio direttivo ha accettato la proposta di istituire un premio intestato a Stefano Cecchi per i ragazzi degli istituti tecnici del turismo.
I fatti devono seguire alle parole e noi pensiamo di farlo con questi due piccoli gesti che sicuramente non porteranno in vita un collega abbandonato dalle istituzioni, disperato per i costi della sua azienda ma doveroso per chi si occupa di associazionismo.
Speriamo che anche altre associazioni a cui abbiamo ispirato iniziative similari possano seguirci nel difendere i nostri interessi, senza escludere nessuno, come le agenzie aperte da settembre 2019, le agenzie dimenticate e gli intermediari puri, insomma coloro che sono rimasti fino a ora esclusi .
Basta difendere solo gli interessi di poche realtà, che nascondono altri interessi, perché tutte le nostre imprese hanno costi nel piccolo e nel grande ormai non più sostenibili da chi non lavora da più di anno con un blocco di altri sei mesi almeno”.
Per accedere al centro di ascolto inviare una mail a emergenzacovid19@advunite.net
Tags:

Potrebbe interessarti