Ncl riparte a maggio

La notizia è di metà febbraio: fermo globale delle sue crociere esteso fino al 31 maggio. Un annuncio quello arrivato da Norwegian Cruise Line, che specifica che lo stop include tutte le partenze dei brand Ncl, Oceania Cruises e Regent Seven Seas. L’ulteriore sospensione delle crociere giunge proprio nel momento in cui la compagnia aveva rinnovato il suo supporto ai partner italiani illustrando le nuove iniziative dedicate al trade, dalle piattaforme Ncl Air e Norwegian Central agli itinerari europei con la maggior presenza di navi in Europa di sempre, otto per l’esattezza. La nuova piattaforma Ncl Air per le prenotazioni Fly-Cruise, per consentire alle agenzie di viaggio di prenotare pacchetti volo da tutti gli aeroporti nazionali disponibili, in realtà era stata già lanciata nel mese di dicembre ma ora, sempre attraverso piattaforma dedicata, le agenzie potranno prenotare anche tutti gli altri servizi per i propri clienti, dall’hotel ai transfer, “Avendo a disposizione finalmente un full commission package”, ha spiegato Francesco Paradisi, senior business development manager Ncl. “Il nostro sviluppo sul mercato europeo e in particolare sul mercato italiano continua – dichiara Kevin Bubolz, managing director Europe – con l’obiettivo di incrementare soprattutto il volume dei passeggeri e la volontà di agevolare le agenzie di viaggio nella vendita del prodotto”.

“Proprio nell’ottica di una filosofia  partner first – ha detto ancora Francesco Paradisi – abbiamo messo in piedi per le agenzie dei programmi di training molto importanti, e oltre ad informare costantemente i nostri interlocutori della distribuzione con newsletter settimanali su destinazioni e prodotto, dalla fine di febbraio abbiamo iniziato molti webinar formativi che tratteranno vari argomenti”.

In attesa del ritorno alla piena operatività la compagnia continua a lavorare per mettere in campo tutte le misure necessarie alla tutela di ospiti, equipaggio e comunità visitate.

Alessandra Tesan

Tags: ,

Potrebbe interessarti