Debutta Villas Planner, nuovo marchio dedicato alle adv italiane

Fa il suo debutto Villas Planner, nuovo marchio di ville in locazione dedicato alle adv italiane. Il brand fa capo alla neonata società Moving Group srl, di cui TrustForce detiene la maggioranza. “Il progetto nasce a seguito del pensiero fatto la scorsa estate che ha portato cambiamenti decisi nelle scelte dei clienti, indirizzatasi su vacanze di prossimità e che rispettassero sicurezza e privacy – afferma Gian Paolo Vairo, socio fondatore e amministratore unico, oltre che ceo di TrustForce -. Nei mesi autunnali abbiamo costruito una gamma di prodotto che fino a oggi è entrato poco in agenzia. Abbiamo unito forze e idee e ora siamo in grado di offrire oltre 2.000 ville in locazione. Vogliamo che siano le agenzie a venderle, coinvolgendo sempre più i loro clienti in questa formula di vacanza. Per questo abbiamo formato un team di promotori commerciali e pianificato una serie di incontri online con gli agenti di viaggio”. Ogni villa, aggiunge il manager, ha le sue caratteristiche e va raccontata e associata al cliente più adatto. “A oggi abbiamo un catalogo online di 2.000 ville sul territorio italiano, con un inizio di programmazione su Spagna (Baleari e Canarie) e Grecia. Con la pagina Facebook siamo già usciti qualche settimana fa – commenta Vairo -. Abbiamo registrato buoni riscontri da parte delle agenzie, che hanno oggi a disposizione un prodotto normalmente poco accessibile e per il quale non esiste uno specialista come possiamo essere noi. Per quanto riguarda i clienti, si segnalano molti preventivi, ma ancora poche concretizzazioni”.

Il cliente finale e l’agenzia cercavano un’alternativa che mancava – afferma Manuél Gruni, socio fondatore e responsabile del prodotto –. Puntiamo ad una collaborazione friendly e sinergica con il trade. Si tratta di un prodotto intimo, da personalizzare come la miglior esperienza in hotel: ecco perché riteniamo che la conferma debba transitare dal nostro booking con l’ausilio di personale esperto e sempre disponibile. La novità riguarda anche le modalità d’interazione: nell’era della messaggistica istantanea troviamo più utile, veloce e comodo fornire una chat dedicata e immediata per poter interagire liberamente senza alcun vincolo informatico”. Booking dedicato, una politica di massima trasparenza e una forza di vendita capillare sull’intero territorio italiano formata da una squadra di 9 sales account gli assi nella manica del nuovo marchio. “Abbracci in vacanza” il payoff, che va a sottolineare il concetto di soggiorno con i propri cari senza pensieri assicurato da elevati standard, protocolli igienici e personale di servizio su richiesta, selezionato e certificato, garantiti da Villas Planner.

La maggior parte delle strutture offerte copre le regioni del Belpaese facilmente raggiungibili in automobile, come Liguria (27 strutture), Trentino, Toscana (845 proprietà), Campania (27 strutture) e Puglia (63 strutture), ma anche quelle a portata di traghetto, come Sicilia (113 strutture) e Sardegna (63 strutture), quest’ultima proposta attraverso una selezione di location di livello superiore.

“Le ville hanno qualcosa di simile ai viaggi su misura, la villa è unica, non come le camere di un albergo. Consigliare una villa è come suggerire un viaggio su misura. Esiste un’affinità elettiva tra i due tipi di prodotto – sostiene Alessandro Simonetti, socio fondatore e responsabile operativo Villas Planner oltre che general manager World Explorer –. Quindi chi è abituato a proporre un viaggio dopo attenta analisi delle esigenze del cliente è sicuramente più facilitato nella vendita di questo prodotto che, per certi versi è una novità in agenzia questo sono sicuro possa essere l’apporto che diamo a questo progetto che fin dall’inizio mi ha entusiasmato”. Per quanto riguarda l’aspetto remunerativo, “imporre alle adv un prezzo significa mettere un tetto – spiega Simonetti -; per questo abbiamo scelto di dare loro un prezzo netto al quale ciascun punto vendita può aggiungere la sua marginalità. Proponiamo quindi uno sconto commerciale con base al 10%”.

Guardando al 2021, Vairo pensa a “a una gamma di destinazioni che si allargherà. Anche nell’incoming e sul lungo raggio abbiamo canali aperti, soprattutto in Asia”. Il prodotto Italia, sintetizza il manager, “è sparito dalle agenzie perché è complesso”. “Le agenzie hanno compreso che la marginalità è determinante e che è necessario avere prodotto a scaffale – aggiunge Simonetti -. Per quanto riguarda l’aspetto della flessibilità, abbiamo previsto polizze standard che comprendono la possibilità di cancellazione anche in caso di Covid”.

Al momento non è previsto un numero massimo di agenzie cui rivolgersi né sono in essere accordi con network: “Si tratta di un prodotto che deve entrare nelle corde del punto vendita – puntualizza Vairo –. Abbiamo richieste da qualche rete e si tratta di una possibilità che non escludo”.

Il progetto verrà raccontato e spiegato agli agenti attraverso un ciclo di webinar, il cui primo appuntamento è previsto per il 10 marzo ore 12.00.

 

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti