Enit e la nuova strategia data driven

I dati come base di partenza per delineare le strategie promozionali di una destinazione. Se ne è discusso ieri al primo appuntamento di SOS Destination 2021, la serie di webinar di Data Appeal dedicata alle destinazioni turistiche. Ospite di “A tu per tu con Enit: la nuova strategia data driven” è stata Elena di Raco, market research and statistics manager dell’ente, che ha fatto il punto sulla nuova strategia data driven adottata dall’agenzia per risollevare le sorti del turismo italiano e sviluppare un’analisi dati efficace.

“L’esigenza di dotarsi di strumenti di marketing intelligence – ha spiegato Elena di Raco – nasce dalla necessità di indagare nuovi aspetti del settore rispetto a quelli rilevati dalla statistica tradizionale, di rispondere con tempestività e di fornire un supporto alle scelte strategiche dell’ente e degli organi locali, ma anche di indirizzare gli investimenti e valutare i risultati”. Tra gli strumenti di marketing intelligence messi in campo rientrano una piattaforma per la consultazione indipendente delle tracce digitali relative ai dati turistici, una piattaforma online di monitoraggio del traffico aereoportuale da/per l’Italia, ed infine, una piattaforma per monitorare la comunicazione diretta dei turisti sulle nuove piattaforme costituire da siti web e ambienti di social sharing.

“Grazie a questi strumenti che ci stanno fornendo informazioni davvero rilevanti, i nostri  obiettivi si stanno concentrando sul mercato interno che sarà il primo a ripartire, ma anche sui mercati stranieri di prossimità, mentre per quelli extraeuropei occorrerà attendere riaperture significative delle frontiere. Ci stiamo muovendo su una logica di segmentazione del mercato che resta orientata al turismo sostenibile e quindi al leisure, al lusso specialmente, sul medio termine invece lavoriamo sulla meeting industry. In ogni caso tutta la pianificazione promozionale ha al centro il tema della sicurezza”.

Alessandra Tesan

Tags:

Potrebbe interessarti