Stop intranet statica: nasce Travelbuy Workplace

Si chiama Travelbuy Workplace ed è la nuova intranet di casa Travelbuy, già attiva per tutte le agenzie del network romano. In realtà è un insieme innovativo di funzioni “che non esiste, attualmente, nel mondo dei network italiani”, sostiene la rete.

Come spiega  Alfredo Vassalluzzo, che di Travelbuy è il founder, “si tratta di un workplace che ho potuto vedere e provare un paio di anni fa negli Stati Uniti, ma era prematuro portarlo in Italia, mentre ora credo sia giunto il momento”.

Si tratta dell’integrazione totale tra social, Intranet, collaborazione in tempo reale, comunicazione tradizionale e innovativa, il tutto fruibile sia da desktop sia attraverso l’app dedicata.

Che cosa comporta? che “da oggi, tutte le agenzie Travelbuy potranno davvero dire di essere sempre connesse con i clienti e con i colleghi, con il centralino integrato nell’app, le videocall e le trasmissioni in diretta, che possono essere avviate da ogni singola agenzia, il rating delle strutture e della destinazioni, il collegamento diretto all’area booking, la possibilità di immettere e prendere informazioni (push e pull)”.

Sembra, quindi, tramontato il concetto di Intranet statica, pensata come spazio web a cui le agenzie accedono per visionare contenuti caricati dal network, che siano accordi commerciali, offerte o regimi commissionali.

Un progetto frutto di pensieri, riflessioni e anche se ripensamenti, se, come racconta lo stesso manager, a settembre del 2020 aveva commissionato “lo sviluppo di una Intranet tradizionale, ma poi sono tornato sui miei passi e ho cancellato quel progetto, quasi ultimato tra l’altro – afferma Vassalluzzo -. Sono altre le strade da percorrere, è il momento di dire basta a questi retaggi della tradizione che ci ingabbiano in concetti vecchi e inutili al mondo d’oggi. Bisogna avere il coraggio di rischiare e innovare, altrimenti resteremo sempre a ripercorrere strade già percorse da altri, consumate dall’utilizzo e vecchie, come tante idee che ancora circolano nel nostro settore”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti