Costa, ecco il nuovo contratto: selezione tra le adv e più redditività

Un nuovo contratto, con la solidità del rapporto tra operatore e adv al centro della scena. E’ questa la mossa di Costa crociere, che – in attesa di maggiori dettagli operativi – ha però già annunciato alla stampa i punti chiave del suo nuovo documento commerciale, valido dal prossimo 1 aprile.

In una nota la compagnia insiste su “una relazione sempre più importante e di lungo periodo come strumento strategico per affrontare insieme le nuove sfide della ripartenza”, e spiega che il contratto trova tra i suoi punti qualificanti “un’attenta selezione delle agenzie di viaggio, con due nuovi cluster che prevedono due distinti modelli di servizio”. I livelli saranno i seguenti: Costa Point, destinato ai punti vendita più fidelizzati che esprimono produzioni consistenti, e Costa Dealer, dedicato alle Agenzie con volumi di fatturato più contenuti, che però dimostrano interessanti potenziali di crescita.

Costa promette che – in base a questa nuova segmentazione – le adv disporranno di accordi più solidi e remunerativi (con un sistema di incentivazione più premiante per le vendite di qualità, che offrirà guadagni più elevati in base al valore della prenotazione), e di una gamma di strumenti e servizi ancora più ricca e personalizzata, a partire dai nuovi piani di comunicazione integrata.

Costa garantirà alle agenzie il mantenimento della categoria e quindi del contratto anche per il 2022: a fine 2021, infatti, il passaggio da un modello di servizio all’altro potrà essere solo migliorativo. Per poter godere dei vantaggi previsti dalla nuova profilazione, alle adv verrà richiesto l’impegno a portare a termine con successo alcune attività fondamentali per sviluppare correttamente le opportunità commerciali, tra le quali il completamento dei percorsi formativi, la corretta e puntuale esposizione dei materiali promozionali e l’utilizzo dei canali di prenotazione digitali.

“Anche durante un periodo così complicato abbiamo continuato a lavorare senza sosta con l’obiettivo di migliorare e qualificare ulteriormente il nostro rapporto con le adv, che rappresentano da sempre il canale distributivo più importante nella strategia di Costa Crociere. La nuova piattaforma di servizi è stata pensata per permettere ai nostri partner di ripartire al nostro fianco ed uscire ancora più forti di prima da questa difficile situazione” – ha commentato Massimo Brancaleoni, senior vice president world wide sales di Costa Crociere.

“Le difficoltà che il turismo ha vissuto e sta vivendo ci hanno spinto ad accelerare ulteriormente un processo che avevamo già avviato da diverso tempo, nel segno dell’innovazione continua che contraddistingue Costa” – spiega Carlo Schiavon, country manager Italia di Costa Crociere -. Il percorso di miglioramento del nostro rapporto di collaborazione con le adv va nella direzione della continuità, della qualità e della solidità. La ripartenza non può che basarsi su questi valori, che – oggi più che mai – si traducono nella volontà di continuare ad assicurare tranquillità e soddisfazione sia ai nostri partner sia ai nostri ospiti, entrambi da sempre pilastri fondamentali dei nostri piani di sviluppo”.

Tags:

Potrebbe interessarti