La Ue accelera sul certificato verde digitale

Il Parlamento europeo ha deciso di accelerare l’elaborazione parlamentare del nuovo certificato verde digitale in vista della sua adozione prima dell’estate 2021 e di facilitare i viaggi durante la pandemia. La sessione plenaria del PE ha sostenuto con 468 voti favorevoli, 203 contrari e 16 astensioni, di utilizzare la procedura d’urgenza, prevista dall’articolo 163 del Regolamento, che consente un più rapido trattamento delle proposte legislative della Commissione Europea, garantendo il rispetto delle prerogative democratiche della Camera, scrive Hosteltur.com.

Il 17 marzo la Commissione Europea ha presentato la proposta per la creazione del certificato verde digitale per facilitare la libera circolazione durante la pandemia. Durante il dibattito, la stragrande maggioranza dei deputati è stata a favore della creazione di questo strumento. In molti hanno posto l’attenzione sull’importanza di proteggere i dati medici e personali, uno dei temi sensibili legati al discorso del pass, ed hanno sottolineato che le persone non vaccinate non possono essere discriminate.

Quali saranno i prossimi passi? La sessione plenaria adotterà il proprio mandato per i negoziati con i ministri dei 27 (Consiglio dell’Ue), che possono includere emendamenti alla proposta della Commissione, nella prossima sessione plenaria (26-29 aprile). Il risultato del negoziato deve essere confermato sia dal Parlamento sia dal Consiglio.

Dopo il voto, il presidente della Commissione Libertà, Juan Fernando López Aguilar ha dichiarato: “Abbiamo bisogno del certificato verde digitale per riguadagnare la fiducia nell’area Schengen mentre la lotta contro il Covid-19 continua. Il certificato potrebbe non essere un requisito per la libertà di movimento, poiché si tratta di un diritto fondamentale nella Ue e non può portare a discriminazioni nei confronti di persone che non lo possiedono. Dovrebbero essere raccolti solo i dati personali essenziali, la cui protezione dovrebbe essere garantita”.

Tags:

Potrebbe interessarti