Donazzan, Veneto: “Alzare il livello di formazione”

Progetti concreti di ripartenza quelli lanciati nel corso dell’ultimo incontro degli Stati Generali Mondo Lavoro del Turismo che si è svolto a Venezia .

“Per il Veneto – ha detto Elena Donazzan, assessore all’Istruzione, alla formazione, lavoro e pari opportunità Regione Veneto – la prima industria è il turismo, grazie anche al grande dinamismo degli imprenditori, che vanno ascoltati e hanno del Dna ben chiaro cosa può servire, ma hanno bisogno di essere favoriti e di ragionare su linee di sviluppo strategiche, come il cicloturismo e il lavoro di infrastrutturazione delle reti. Io ho fatto dell’ascolto la cifra del mio ruolo in questi anni. Per me l’attenzione al fattore H, l’humanitas, è la differenza che l’italiano fa nel mondo. Abbiamo bisogno di elevare il livello di formazione, è questa la richiesta degli imprenditori”.

“Noi l’abbiamo fatto con investimenti significativi sugli Its Academy e percorsi che, a oggi, danno il 90% delle assunzioni a un anno dal loro termine in Veneto. Abbiamo costituito le fondazioni Its Academy, partecipate dai privati, con un manager o un imprenditore a capo, finanziate con 6 milioni all’anno di cui 3 che arrivano dal Governo, in particolare dal ministero dello Sviluppo Economico. Con il 50% dei docenti che arriva dal mondo dell’impresa e lezioni in aziende fino al 50%, perché la professione va imparata sul campo. Abbiamo sei sedi in Veneto per l’hospitality management che permettono di acquisire competenze di marketing, processi aziendali, analisi di trend di mercato, in base alle esigenze territoriali e imprenditoriali. Si possono creare scuole nuove per costruire competenze legate al territorio, come abbiamo fatto noi. Si finanziano con crowdfounding ma anche creando prodotti che permettono di autofinanziarsi. Il turismo non è un fai da te, bisogna investire il massimo e fare tutto quello che gli imprenditori capaci ci chiedono per farlo crescere”.

Tags:

Potrebbe interessarti