Malta riapre al turismo il 1° giugno

Buone notizie per Malta. Con il progredire delle campagne vaccinali, la possibilità di viaggiare a basso rischio, sia per le popolazioni ospitanti sia per i viaggiatori stessi, diventa più probabile e realizzabile. Ad oggi, il 40% della popolazione maltese ha ricevuto una prima dose di vaccino ed il 20% anche la seconda. Questo significa che, rispetto alla maggior parte degli altri Paesi, la campagna progredisce velocemente. Il Governo sta, inoltre, implementando ulteriormente le procedure e pertanto si ritiene che il 1 ° giugno 2021 si potrà procedere ad una riapertura dell’attività turistica.

“Malta è una destinazione molto popolare per i vacanzieri italiani, che rappresentano un contributo chiave per l’economia delle nostre isole. Siamo quindi entusiasti all’idea di dare il benvenuto ai viaggiatori provenienti dall’Italia dal 1° giugno 2021. Abbiamo implementato i protocolli Covid in modo che i visitatori possano essere rassicurati sul fatto che tutti i ristoranti, alloggi e fornitori di servizi rispetteranno i massimi livelli di igiene e sicurezza – dichiara Clayton Bartolo, ministro del Turismo e della Tutela dei Consumatori di Malta -. La salute e la sicurezza sia dei cittadini maltesi sia dei turisti saranno sempre la nostra massima priorità e, con il continuo progredire della campagna vaccinale qui a Malta, questo piano è progettato per  riaprire in massima sicurezza”.

Il lancio della nuova campagna

I turisti italiani potranno visitare Malta, Gozo e Comino – per viaggi di piacere o d’affari – godendo delle attrazioni delle isole. In molti attendono di riprendere a viaggiare ed è per loro che l’autorità per il turismo maltese lancerà la nuova campagna Feel free again, che mira ad ispirare i viaggiatori che hanno ritrovato la libertà di muoversi, a pianificare, prenotare e viaggiare a Malta.

Operativamente, per favorire queste indicazioni, l’ufficio di Roma di Malta Tourism Authority, non ha mai smesso di tenere vivo il rapporto con gli operatori turistici ed i consumatori finali, attraverso un calendario di attività di marketing, volte a mantenere alta l’attenzione verso la destinazione. L’interesse del mercato turistico italiano nei confronti di Malta si rispecchia oggi nella rete di collegamenti aerei che sono stati ufficialmente annunciati per la stagione estiva 2021. Saranno 20 gli aeroporti collegati con voli diretti all’Arcipelago, di cui 4 città new entry (Brindisi, Genova, Lamezia Terme, Trapani). Anche i collegamenti via mare raddoppieranno e, oltre alla Virtu Ferries, operante da Pozzallo, si aggiungeranno i catamarani veloci della Ponte Ferries Ltd, che collegheranno Malta ad Augusta, sempre in Sicilia.

Focus sostenibilità

Nei giorni scorsi, durante un appuntamento con la stampa italiana dedicato ai corsi di lingua inglese, Carlo Micallef, ceo deputy e chief marketing officer Mta, ha espresso il suo punto di vista: “Nel prossimo decennio la politica per il turismo di Malta deve passare a uno scenario di crescita sempre più basato su mix di qualità e quantità, con una migliore regolamentazione dell’aspetto operativo dell’industria turistica ed una maggiore comprensione dei possibili ostacoli e delle conseguenti soluzioni, necessarie per l’attuazione di una strategia di sostenibilità a lungo termine. Dobbiamo intraprendere un cammino che preveda un continuo sviluppo degli investimenti turistici, perseguendo le esigenze socio-economiche del Paese, sulla base dei principi di uno sviluppo sostenibile e di modelli di crescita stabili, volti a gestire l’incremento del settore attraverso il processo di una nuova e rivista politica di offerta ricettiva, il miglioramento della qualità di prodotti e servizi, un costante aggiornamento delle risorse umane, l’ottimizzazione dei collegamenti e l’interconnessione con altri settori dell’economia maltese”.

Su queste basi si esprime anche Ester Tamasi, direttore di Malta Tourism Authority Italia, aggiungendo: “L’approccio strategico per il futuro è quello che si sforza di ricostruire il numero di turisti persi nel più breve tempo possibile, modificando la percezione a volte datata e superata sulla destinazione e, al contempo rafforzando gli aspetti positivi con un approccio più sostenibile in temi quali investimenti, qualità, rinnovamento e rebranding”. Come annunciato dalla direttrice il Paese è pronto a soddisfare “una serie di nuove tendenze che abbiamo avuto modo di osservare nelle richieste del mercato: Malta è un arcipelago poliedrico in grado di avvicinarsi a tutte le esigenze del viaggiatore. Ciò a cui puntiamo maggiormente è senza dubbio la qualità del prodotto e la spensieratezza del turista, che si merita di vivere una vacanza da sogno nel cuore del Mediterraneo”.

Tags:

Potrebbe interessarti