Tui e l’estate dell’amico Fritz

Ottimista, ma con giudizio. E’ questo il punto di vista sull’estate alle porte del gran capo del principale tour operator europeo. Sì, perché Fritz Joussen, ceo del gruppo Tui, nel corso di un’intervista alla Bbc ha detto la sua sulla ripartenza, valutando in maniera positiva il booking già messo in cantiere, arrivato a quasi 3 milioni di prenotazioni, ma senza negare l’alea che ancora circonda la stagione piena.

Il periodo più rilevante è quello da giugno in poi, quindi qualunque cosa facciamo in questo momento non è così importante. La nostra redditività è in realtà nel trimestre che inizia a luglio – ha affermato Joussen -. I numeri delle vaccinazioni, in particolare nel Regno Unito ma anche negli Stati Uniti e ora – si spera – anche in Europa, ci rendono fiduciosi che avremo un’estate discreta”.

Il più grande gruppo di viaggio d’Europa prevede di operare fino al 75% dei suoi standard, nel corso della stagione. Joussen ha spiegato che si sarebbe aspettato “che alcuni Paesi chiedessero ai viaggiatori di dimostrare di essere stati vaccinati, prima di poter attraversare le frontiere, anche se un test negativo è altrettanto efficace nel prevenire la diffusione del virus”.

E’ per questo che il ceo di Tui crede che il costo dei test dovrebbe essere ridotto. “Più economico diventa, meglio funziona e meno è dannoso per l’economia in generale. Quanto al vaccino, tutti i pareri medici che riceviamo come azienda ci dicono che quelli esistenti funzionano anche con le varianti del virus, salvo alcuni casi. Ma essere vaccinati è comunque molto meglio che non esserlo”.

Quanto al prestito ricevuto dal governo tedesco, resosi necessario per restare a galla nei lunghi mesi di stop del travvel, Joussen ha osservato che “lo stato tedesco è intervenuto in un momento di grande incertezza, quando l’azienda stava lottando per sopravvivere e non poteva raccogliere fondi da investitori privati. Ma Berlino è un investitore molto razionale, e vorrebbe chiudere tale prestito il prima possibile”.

Tags:

Potrebbe interessarti