I piani di Flixbus: 150 destinazioni in Italia

FlixBus potenzia la rete di collegamenti in Italia, includendo nel proprio network nuove tratte attive da giovedì 6 maggio e già acquistabili su tutti i canali di vendita. L’operatore si prepara così a soddisfare una domanda destinata a crescere, con un’attenzione particolare alle mete meno collegate e alle città d’arte del Paese contribuendo alla deconcentrazione dei flussi turistici, con l’obiettivo di valorizzare quei luoghi di interesse scarsamente collegati dai tradizionali mezzi di trasporto.

“Ancora non siamo nelle condizioni di poter garantire una ripartenza a pieno regime. -ha dichiarato Andrea Incondi, managing director di FlixBus Italia- Ora guardiamo con fiducia al futuro, certi di una ripresa imminente e consapevoli del ruolo cruciale che, in quanto operatore della mobilità, siamo chiamati ad assolvere: ora più che mai, dobbiamo garantire a tutti la possibilità di viaggiare in totale sicurezza, per dare il giusto slancio a un settore che ha già sofferto troppo”.

Da giovedì quindi, FlixBus collegherà circa 150 destinazioni in 18 regioni italiane. Saranno ovviamente garantite più corse al giorno fra i grandi centri italiani, ma è soprattutto sulle medie e piccole destinazioni che FlixBus si concentrerà, come: Cremona, Udine, Reggio Emilia, Modena, Ferrara e Ravenna ma anche Merano e Todi. Confidando in un miglioramento della situazione, grande attenzione sarà rivolta anche al sud Italia. Saranno inoltre operativi collegamenti verso diverse località minori, come Pompei e Augusta ma anche Taormina e Policoro..

Infine, FlixBus continuerà a garantire la possibilità di viaggiare da e verso l’estero in totale sicurezza grazie ai numerosi collegamenti internazionali attivi. Giovedì Strasburgo si aggiungerà alle 11 destinazioni già raggiungibili in Francia, mentre Lugano e Lucerna si affiancheranno a Zurigo e Basilea tra le mete collegate in Svizzera.

Tags: ,

Potrebbe interessarti