Viaggi d’affari: rimbalzo per fine anno

Fcm, la divisione aziendale di punta del Flight Center Travel Group, pensa di essere sulla buona strada per recuperare fino al 50% dei suoi livelli di vendita pre-Covid entro fine anno.

“Sulla base dei primi segnali che attestano che i vaccini sono efficaci nel prevenire l’infezione sintomatica e con tassi di lancio in mercati chiave come Stati Uniti, Regno Unito e Nuova Zelanda, ci aspettiamo che i rischi per la salute si riducano – ha detto Marcus Eklund, amministratore delegato globale di Fcm -. In assenza di interruzioni, ciò dovrebbe portare ad un allentamento delle restrizioni imposte dal governo sui viaggi nazionali e internazionali e un parziale rimbalzo del mercato globale dei viaggi d’affari entro la fine dell’anno”, come si legge su Travelweekly.

Eklund ha affermato che, sulla base delle esperienze di Fcm, quando le restrizioni vengono allentate, i viaggi aumentano immediatamente dal 20 al 30%. Aumento che sarebbe maggiore se i confini internazionali fossero aperti.

A detta del manager, le industrie che hanno contribuito maggiormente ai viaggi d’affari nel 2020, tra cui estrazione mineraria, edilizia, farmaceutica, energia e risorse, dovrebbero guidare nuovamente la crescita quest’anno.

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato