Stima Assaeroporti: autunno a tinte fosche

Il periodo gennaio-marzo 2021 ha visto un calo del traffico passeggeri dell’82,1% rispetto al primo trimestre 2020 e dell’87,8% rispetto al 2019. Il cargo ha registrato, invece, una piccola ripresa, con un rialzo del 12,4% rispetto al primo trimestre dello scorso anno e un calo del 3,1 rispetto ai primi tre mesi del 2019. Dal punto di vista economico da marzo 2020 sono andati in fumo oltre 2,5 miliardi di euro di fatturato, con perdite contabilizzate pari a oltre 1,5 mld.

Dati drammatici quelli segnalati da Assaeroporti, con drenaggio di liquidità che ha impattato soprattutto sugli scali più piccoli. “Se davvero perdurasse questa situazione – commenta in un’intervista esclusiva a Guida Viaggi Fulvio Cavalleri, vicepresidente vicario di Assaeroportisi prospetta un autunno dalle tinte fosche”. Difficile fare previsioni: “Tutto dipende dalla diminuzione del pericolo di contagi – afferma Cavalleri -; la volontà di viaggiare c’è e auspico un’evoluzione positiva dell’estate”. Secondo Aci Europe per il 2021 ci si attende un calo del traffico tra il 72 e il 64% rispetto al 2019 e bisognerà attendere fino al 2025 per un recupero dei volumi del 2019.

Bisogna considerare che “nel 2019 erano 600mila le persone in smart working e oggi sono 6 milioni e 300mila”, analizza il manager. Si è prodotto un cambiamento culturale “per cui i viaggi d’affari diminuiranno – sostiene Cavalleri -. Difficilmente il segmento si riprenderà in maniera massiccia, tenendo conto anche del fatto che il 70% dei biglietti business è staccato da Bologna in su. Sul fronte leisure dobbiamo, invece, riprendere a dare fiducia alla propensione al viaggio, considerando che al momento il cliente è meno incline a prendere l’aereo”. Insomma il business travel faticherà a riprendersi e il leisure non avrà un’impennata nel breve termine.

Il vicepresidente tocca un altro tema, quello della mobilità: “E’ strumentale allo sviluppo del Paese. Il 40% dei turisti arriva in Italia con l’aereo e il comparto insieme al trasporto aereo rappresentano tra il 18 e il 18,5%, cioè un quinto del Pil. Per far sì che il trasporto aereo – evidenzia il manager – sia una molla importante, si deve sviluppare l’intermodalità, perché il turista vuole servizi, strade che connettono agli aeroporti, ferrovie legate ad altre forme di mobilità. E’ necessario un maggior coordinamento in questo senso, in modo tale che il cliente si senta messo al centro senza rotture di carico. Questo ci ha fatto dire al ministro che c’è bisogno di un piano nazionale dei trasporti e non una revisione del piano aeroporti”.

Il sostegno da parte del Governo al settore aeroportuale, poi, non è stato significativo: “C’è stata la cassa integrazione nei primi mesi, certo, nella Finanziaria sono previsti 450 mln di fondo per compensazione dei danni da Covid, ma la cosa va notificata alla Commissione Europea e sono già passati più di quattro mesi e non sono stati inseriti nel Pnrr i progetti per la transizione green e digitale del sistema aeroportuale italiano, proposti dal comparto”. Una scelta che è apparsa poco comprensibile: gli investimenti previsti, per oltre 3 miliardi di euro, mirano, dice Assaeroporti, “a favorire lo sviluppo sostenibile degli scali, con un valore aggiunto generato di quasi un miliardo di euro e un impatto positivo sull’occupazione stimato in oltre 22 mila lavoratori in più nel periodo 2022-2026”.

Il digital green certificate, almeno, lascia intravedere una possibile ripresa della mobilità europea: “Tutto ciò che consente uniformità delle procedure – risponde Cavalleri – è positivo. Si tratta di misure che rappresentano il minimo sindacale per evitare le quarantene. Siamo assolutamente favorevoli a strumenti in forza dei quali si riesca a riavviare il traffico”. C’è chi, come Ryanair, ha più volte insistito sulla necessità di abolire l’addizionale comunale: un’osservazione corretta in linea di principio, ma non applicabile allo stato delle cose: “E’ quella che ha consentito di avere un’integrazione salariale dei lavoratori”.

Nicoletta Somma

Tags: , ,

Potrebbe interessarti