Draghi: “Riaprire al più presto”
“Riaprire al più presto”, soprattutto “al turismo, nostro e straniero”. E’ l’obiettivo del Governo annunciato nel primo “question time” alla Camera del presidente del Consiglio Mario Draghi.

Il punto di partenza è “il rapido completamento della campagna vaccinale. Tra fine giugno e inizio luglio – ha detto Draghi – avremo vaccinato con almeno una dose tutti i fragili e gli over 60″. Questo permetterà di avviare una stagione estiva in maggiore sicurezza. L’intenzione di Draghi, spiega Il Corriere della Sera, è quella di favorire gli ingressi senza quarantena dagli Stati del G7, con particolare riferimento a Stati Uniti, Giappone e Canada, in presenza di una certificazione vaccinale.

Draghi ha confermato che il decreto Sostegni bis sarà approvato la prossima settimana. Il tema degli aiuti economici alle attività in crisi coinvolge direttamente il tema dei “matrimoni” che, come ha ricordato il premier, nell’ultimo decreto sono stati stanziati “200 milioni per l’anno in corso a favore anche delle imprese operanti nel settore dei matrimoni”. Ulteriori misure d’indennizzo sono comunque previste già nel nuovo decreto Sostegni.

Il comparto del wedding “sarà all’attenzione della prossima Cabina di regia a Palazzo Chigi che si terrà lunedì 17 maggio”, ha spiegato Draghi. Quella sarà l’occasione per dare maggiori certezze a tutto il comparto, che ha subito danni economici significativi. “Dobbiamo però essere attenti a bilanciare le ragioni dell’economia con quelle della salute”, ha ammonito il premier, perché “i matrimoni sono un’occasione di socialità che può favorire la diffusione del contagio”. Come in altri casi, 2il governo intende adottare un approccio graduale e allentare le restrizioni a seconda dell’andamento epidemiologico e della campagna vaccinale”.

Tags:

Potrebbe interessarti