Technogym: benessere e attitudine digitale la nuova via

L’evento olimpico Milano-Cortina 2026 è sicuramente un’opportunità gper consolidare il turismo legato allo sport, al benessere, alla salute, non ha dubbi in merito Enrico Manaresi, responsabile comunicazione Technogym, intervenuto alla seconda tappa dell’evento #Recovery, che si è tenuto virtualmente a Cortina, organizzato da Pkf e AboutHotel.

Manaresi pone l’attenzione sul fatto che sarà un “evento di squadra dove la tecnologia dovrà lavorare in sinergia con il design italiano, l’ospitalità e al Made in Italy intesa in senso ampio, cioè quale qualità della vita italiana”. Pertanto l’appuntamento olimpico sarà un’opportunitàdi branding per il nostro Paese come esempio a livello mondiale della qualità della vita”.

Opportunità. E’ la parola su cui Manaresi vuole fare leva. La sua riflessione prende le mosse da un dato importante a livello globale e cioè che “la salute non è mai stata una priorità così alta per le persone, ora, invece, è la numero uno. Viene cercata a casa, in vacanza, in montagna, al mare, in albergo. Durante il lockdown il 45% della popolazione mondiale ha preso peso, il 50% segnala maggiore stress e il 37% uno stato di depressione”.

Nei Paesi che sono già ripartiti “il tasso di ritorno a fare attività sportiva è altissimo”, le persone dopo diversi mesi in cui sono state ferme tornano “a fare sport, fitness, vanno in montagna, con una attitudine digitale ed una mentalità diversa”. Proprio il Wall Street Journal ha indicato che “nel 2020 in poche settimane c’è stato un salto di innovazione di qualche anno in termine di adozione del digitale”.

Come si sa, durante il lockdown, sul fronte della ristorazione i ristoranti hanno sperimentato la formula del delivery e le persone hanno adottato tale modalità, ora però si sta tornando a quella tradizionale, lo stesso sta avvenendo per il fitness e il wellness. “Le persone si sono dovute allenare a casa perché non avevano alternative, ma sono arrivate alla consapevolezza dell’importanza che ha l’esercizio per il corpo e per la mente”. Da qui l’obiettivo della società, che è quello di proporre “un’esperienza di fitness in modo ibrido“, una risposta al fatto che le persone “si allenano a casa, in albergo, in palestra, in montagna, in viaggio – spiega Manaresi -. Facciamo leva sul digitale per dare la possibilità alle persone di connettersi al proprio wellness personalizzato ovunque si trovino”. Il che rappresenta un’opportunità per gli operatori alberghieri e non solo.

Stefania Vicini

Tags: , ,

Potrebbe interessarti