Fiavet Puglia, ottimismo e trend positivo

Una ventata di ottimismo, dopo tanti mesi che hanno messo a dura prova le agenzie di viaggi. È quel che traspare dalla parole del presidente della Fiavet Puglia, Piero Innocenti, a pochi giorni dall’avvio della nuova stagione turistica.

“Gli agenti – afferma Innocenti – hanno subito importanti perdite in questo anno segnato dalla pandemia e dalla chiusura forzata del comparto turistico. Va considerato però che, almeno in Puglia, le misure varate dalla Regione lo scorso anno dall’assessore Capone e già nei primi mesi di quest’anno dal neo assessore al turismo Massimo Bray, hanno permesso a molte agenzie di sopravvivere, seppur in una condizione di grande difficoltà. Penso al bando “Custodiamo il Turismo 2.0”, che sostiene le nostre imprese con una sovvenzione diretta a fondo perduto. Insomma, anche grazie a queste opportunità stiamo ripartendo alla grande per ricostruire la fiducia dei viaggiatori e recuperare la tendenza del turismo pre-pandemico. Il nostro compito, del resto, è consentire ai viaggiatori  di condividere esperienze indimenticabili e costruire ricordi che durano una vita intera”.

I numeri, al momento, sono confortanti. C’è voglia di vacanza: per molte strutture c’è l’ “assalto” alle prenotazioni. E c’è sempre una maggior richiesta di professionalità, con una nutrita fetta di turisti che, dopo varie esperienze “complicate” per le loro prenotazioni dirette sul web, ritornano ad affidarsi a un agente di viaggi per programmare il proprio soggiorno.

“Abbiamo notato – conclude Innocenti – che oggi chi vuole prenotare una vacanza non ha voglia di compromessi sul suo prossimo viaggio. C’è maggiore voglia di sicurezza e occorre dare priorità ai servizi offerti dalle strutture, come ad esempio quelli relativi agli elevati standard di igiene. Proprio per questo l’agente di viaggio è l’interlocutore migliore e più affidabile per dare risposte alle domande del turista che desidera programmare con tranquillità  le proprie vacanze dopo questo periodo così tragico”.

Tags:

Potrebbe interessarti