Premium e digitale, le due mosse sul catalogo di Nicolaus

Perché scegliere tra la classica logica del catalogo cartaceo e quella digitale? Il Gruppo Nicolaus ripensa lo strumento con due novità: un’edizione premium cartacea dei cataloghi Valtur e Nicolaus Club, stampata in tiratura limitata e riservata ai top partner, e un’innovativa versione digitale dai contenuti hi-tech e interattivi, nonché personalizzati per singola agenzia, immaginata per far interagire al meglio la distribuzione con i clienti.

La scelta di dedicare ulteriori risorse ai cataloghi risponde alla considerazione che l’operatore riserva a questo strumento. Come sottolinea Sara Prontera, marketing manager del Gruppo Nicolaus: “Per il gruppo il catalogo è molto di più di uno strumento commerciale: è il simbolo e la sintesi dei nostri sforzi congiunti. Il catalogo è il racconto di una continua relazione, quella nostra con i nostri partner, finalizzata a creare valore per i nostri ospiti”. Per questo, nonostante l’incertezza del momento, è stato deciso di andare comunque in stampa con un prodotto speciale, denso di contenuti, curato nei dettagli, pregevole nella forma.

Hellobook, la piattaforma per il trade

La nuova versione interattiva e personalizzabile, con vocazione b2b2c, è frutto della stessa visione che dà centralità al catalogo quale strumento di lavoro fondamentale. In sintesi, la distribuzione accedendo a Hellobook (la nuova piattaforma per il trade), accederà anche ai cataloghi Valtur e Nicolaus Club, personalizzati con il logo dell’agenzia, i cui riferimenti completi appariranno sul retro di copertina. Un header interattivo, inoltre, sarà sempre presente sulla schermata e permetterà di contattare l’agenzia direttamente tramite telefono o mail. Con questa edizione, infine, le adv disporranno anche di un link dedicato per condividere con i clienti le loro versioni personalizzate.

Secondo Prontera, “i cataloghi interattivi sono un agevole strumento digitale per navigare tutti i contenuti, scoprire di più e approfondire, con link a media esterni e ai partner 2021. Siamo arrivati a offrire un’esperienza davvero immersiva, frutto di un processo profondo di digitalizzazione che non si ferma”, conclude.

Tags: ,

Potrebbe interessarti