L’idea di Patané: “Usare il bonus vacanze per chi prenota in periodi morti”

“Se la campagna vaccinale in corso è per molti un freno alle partenze di giugno e settembre sconta impegni lavorativi, di studio e le incertezze meteo, bisogna incentivare ancora di più quelli che possono programmare una vacanza in questi mesi”. A dirlo è Luca Patanè, presidente di Confturismo-Confcommercio.

Il pensiero del manager è presto detto: “Perché non usare strumenti come il tax credit vacanze, questa volta puntando non sul livello di reddito, ma sul periodo scelto? Ne beneficerebbe tutta l’economia, che spalmerebbe i costi di gestione delle attività su un periodo più lungo, a vantaggio dell’occupazione e dei prezzi da praticare. In pratica, se abbiamo pochi stranieri, premiamo gli italiani che prenotano questi periodi di vacanza”, dice e suggerisce Patané.

La reazione di Assoutenti

Non è tardata, però, la reazione di Assoutenti. Ecco quanto espresso in una nota. “I consumatori di Assoutenti bocciano la proposta di Confturismo di concedere il bonus vacanze agli italiani che partono in periodi morti come giugno e settembre”.

Se l’idea è quella di privare dell’incentivo le famiglie che partono in alta stagione, e quindi a luglio o ad agosto, per spingerli a fare viaggi in altri periodi dell’anno, non possiamo che bocciare la proposta – spiega il presidente Furio Truzzi –. La stragrande maggioranza degli italiani può infatti partire solo tra luglio e agosto, e privare del bonus vacanze chi ne ha diritto sarebbe una scelta suicida che danneggerebbe lo stesso settore del turismo. Non si possono usare i bonus concessi dal Governo per scaglionare le ferie rispondendo alle richieste degli operatori turistici, questione annosa che richiede ben altri interventi. Al contrario di Confturismo riteniamo che il bonus vacanze non vada limitato, ma totalmente liberalizzato, estendendo la sua fruizione a tutti i servizi turistici, dagli stabilimenti balneari a centri termali e spa, fino ai biglietti di treni e aerei, in modo da sostenere milioni di famiglie che, a causa della crisi provocata dal Covid, versano in condizione di difficoltà economica”.  

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti