Moby-Tirrenia: continuità territoriale garantita senza sovvenzioni

Moby e Tirrenia hanno aperto le prenotazioni sulla Genova-Porto Torres e sulla Civitavecchia-Olbia fino a maggio 2022. Il nuovo piano industriale non prevede alcun tipo di sovvenzione, garantendo un perimetro di rotte pressoché inalterato rispetto a quello attuale, con tariffe in linea con quelle per la continuità territoriale anche senza la convenzione con lo Stato italiano.

Una nota precisa che, “anche alla luce dell’esito del bando per la Genova-Porto Torres, Moby e Tirrenia credono che quella rotta non abbia bisogno di sostegno pubblico e lo dimostrano con i fatti. Quindi, per assicurare la continuità territoriale e certezza della mobilità per i sardi, oltre che per dare le necessarie rassicurazioni al territorio che il gruppo ha l’onore di servire da 140 anni, per coloro che devono raggiungere l’isola aprono già oggi le prenotazioni fino a maggio 2022, assicurando lo stesso livello di servizio richiesto dal bando e con le tariffe per i passeggeri in linea con quelle previste dallo stesso, proprio perché convinti che questa tratta possa essere esercitata senza necessità di sovvenzioni agli armatori”.

Oltre alla Genova-Porto Torres, che quest’estate sarà ulteriormente rafforzata con corse diurne e notturne, Moby e Tirrenia assicurano anche ulteriori rotte senza alcuna sovvenzione: da dicembre è esercitata la Genova-Olbia, una nuova linea dedicata alle merci, così come sempre per le merci parte la Napoli-Cagliari, anch’essa senza contributi pubblici. E’ senza contributi pubblici anche la Livorno-Olbia-Cagliari.

Aprono anche le prenotazioni fino a maggio 2022 per la Civitavecchia-Olbia e a breve saranno prenotabili per tutto il prossimo anno anche le altre linee, in un quadro di rotte servite che resta pressoché inalterato e senza contributi pubblici.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti