Per Emirates il suo primo bilancio in perdita

Primo bilancio in perdita in oltre 30 anni per Emirates a seguito della pandemia. Numeri alla mano la compagnia ha messo a segno una perdita di 5,5 miliardi di dollari nell’anno finanziario chiuso al 31 marzo. I ricavi, scrive Il Sole-24 Ore, sono calati del 66%, a 8,4 mld di dollari. Tra le cause c’è sicuramente la sospensione dei voli commerciali per la durata di 8 settimane da e per Dubai.

Inutile dire che, per un vettore che non ha voli domestici, ma solo a lungo raggio, il blocco dell’intercontinentale incide molto. Quanto alla capacità totale ha registrato un calo del 58%, trasportando 6,6 mln di passeggeri. Ad essere ridotta anche la flotta, sono stati, infatti, eliminati 14 velivoli più vecchi, con la presa in consegna, però, di 3 A380.

Però la ripresa dei voli internazionali porta la compagnia ad attendersi per l’estate una capacità al 70% rispetto ai livelli pre-Covid, con meno bt e più leisure.

Tags:

Potrebbe interessarti