La Grecia modifica le regole di ingresso dei turisti

Il governo greco ha deciso due importanti cambiamenti nel processo di controllo sanitario dei turisti in arrivo nel Paese. Il primo è il riconoscimento dei test rapidi. D’ora in poi, l’ingresso in Grecia senza ulteriori misure restrittive sarà consentito ai viaggiatori provenienti dall’estero con esito negativo del test rapido (test antigenico).

Il secondo è l’innalzamento del limite di età per i controlli sui bambini: seguendo le raccomandazioni dell’Unione Europea, i controlli dei certificati necessari all’ingresso nel Paese verranno ora eseguiti sui bambini dai 12 anni in su, invece che dai 6 anni, come è avvenuto fino ad ora.

Gli emendamenti sopra riguardano i controlli sui cittadini provenienti da Paesi per i quali è stato liberalizzato il viaggio turistico da e per la Grecia. Le due modifiche per i test rapidi e il limite di età per i bambini modificano semplicemente il regime di controllo esistente, che è ancora in vigore e prevede che ogni turista in arrivo abbia diritto all’ingresso in Grecia con la dimostrazione di: a) certificato di vaccinazione completa, b) test PCR negativo o c) certificato di malattia o diagnosi positiva, valido da 2 a 9 mesi.

Ora i viaggiatori in Grecia hanno la possibilità di esibire il Certificato Digitale Covid-19 dell’Unione Europea in formato digitale o cartaceo.
Lo scopo di tutti i protocolli di controllo – spiega la nota – è facilitare i viaggiatori che desiderano visitare il Paese, insieme alla cura costante e prioritaria per la salvaguardia della sicurezza sanitaria, sia per i turisti sia per i cittadini greci.

Tags:

Potrebbe interessarti