Enac fa luce sulla scelta posti a bordo

L‘Enac ha deciso di avviare un’attività volta a verificare l’applicazione sull’assegnazione di posti a pagamento “al fine di garantire la tutela del passeggero, nel rispetto delle ragioni di sicurezza aerea – spiega l’ente in una nota -. Ciò al fine di assicurare la dignità, il diritto alla salute, alla sicurezza e alla incolumità del passeggero che la pratica tariffaria aggressiva dei vettori low cost rischia di compromettere con una offerta non adeguata ed elusiva dei diritti dei passeggeri”.

Sono pervenuti all’ente, infatti, “reclami e segnalazioni da parte di passeggeri che hanno lamentato recenti disservizi da parte di compagnie aeree low cost in ordine, in particolare, alla procedura di assegnazione dei posti sull’aeromobile che non consentono ai genitori di sedersi accanto ai propri figli minori, né ai familiari di stare accanto a persone disabili e a ridotta mobilità, se non dietro pagamento di una tariffa aggiuntiva, a volte superiore al costo del biglietto aereo”.

All’esito della verifica, se le denunce dei passeggeri troveranno conferma, l’ente adotterà i necessari provvedimenti per ristabilire le corrette pratiche commerciali nel rispetto della sicurezza aerea.

 

Tags:

Potrebbe interessarti