Travelbuy e il futuro

Nuovo assetto per Travelbuy che, dopo la separazione da Primarete, ha posto all’ordine del giorno un articolato planning di attività da portare avanti nei prossimi mesi. Alfredo Vassalluzzo, socio unico di Travelbuy, raggiunto telefonicamente, ha illustrato a Guida Viaggi il nuovo corso dell’azienda.

Gv: Partiamo dal “divorzio” da Primarete, qual è la motivazione?

“Probabilmente sono uno spirito libero, non so. Non mi piace parlare del passato, quel che è stato è stato. Invece, mi piace guardare al futuro, anzi, mi piace farlo il futuro”.

Gv: E allora, parlando di futuro come sarà il Pinguino di Travelbuy e Sitravel?

“Non ho ancora incontrato SiTravel ma abbiamo programmato un incontro a breve per presentare alle agenzie la nuova compagine sociale e soprattutto un piano strategico per il 2021-22 che possa valorizzare un marchio storico quale Pinguino e che vada nella direzione di una integrazione di tutti i servizi che tanto SiTravel, quanto Travelbuy hanno sviluppato in questi anni”.

Gv: Qual è l’andamento di Travelbuy in questi primi mesi estivi?

“Dal primo giugno tutti i dipendenti di Travelbuy non sono più in cassa integrazione e sono rientrati in azienda a tempo pieno dislocati nei vari settori, abbiamo poi assunto altre 3 risorse, due in biglietteria e una in contabilità”.

Gv: Che segnali arrivano dal settore biglietteria?

“Abbiamo registrato uno slancio non indifferente nel mese di maggio che ha reso necessaria l’assunzione di queste due nuove risorse e abbiamo avuto un aumento del 30% a giugno. Si tratta di una spinta che attribuisco soprattutto all’Ndc, che abbiamo attivato con circa 30 compagnie aeree e a una ripresa spontanea del traffico aereo. Il merito va anche a Smart Airlines, il nostro Gds web che rende semplice l’acquisto mantenendo pressoché tutte le funzioni di un Gds tradizionale”.

Gv: Puntate su qualche altro prodotto?

“Il nostro SmartGDS, profondamente rinnovato e con il Dynamic Packaging che vuol dire combinare in meno di un minuto trasporto, hotel (case, appartamenti, villaggi ecc.) con una serie di attività accessorie, condividere il pacchetto-preventivo sui social, inviarlo via email al cliente che può modificarlo a piacimento e confermarlo direttamente online, pubblicarlo sul sito web che Travelbuy offre a ogni sua agenzia. Il sistema è fruibile da tutti i device. Modalità dinamiche di pagamento con carta di credito, wallet o trasferimenti in tempo reale a costo zero per l’agenzia grazie a una nostra partnership con un grande istituto finanziario europeo. Il booking engine è disponibile per tutte le agenzie e negli ultimi giorni, in seguito anche alla presentazione che abbiamo tenuto presso la Bmt, abbiamo attivato circa cento nuove utenze”.

Gv: Qual è la situazione sul fronte affiliazioni?

“Il nostro network, nonostante la pandemia abbia rallentato lo sviluppo, come per tutti, ha fin dall’inizio, nel 2008, praticato formule dinamiche di affiliazione. Questo vuol dire che da sempre, Travelbuy propone contratti ai suoi affiliati senza penali e rescindibili in qualunque momento. Questo aspetto è stato da sempre ampiamente apprezzato tanto che nel mese di maggio abbiamo programmato l’apertura di altre quattro agenzie fisiche che avvieranno l’attività nei prossimi giorni”.

Gv: Parliamo sempre di Aip?

“Sì, perché quello sappiamo fare. Lo facciamo dal 2008, la nostra formula è rimasta sempre la stessa e non ho mai voluto virare verso l’affiliazione di agenzie indipendenti, non sono il nostro target di riferimento. Il nostro personale è formato per l’assistenza alle filiali, assistenza estremamente diversa da quella che viene veicolata a un’agenzia indipendente. Inoltre, il rapporto tra il network e le proprie agenzie è estremamente diverso nell’una e nell’altra formula. Anche per le agenzie che operano solo online, il nostro approccio è abbastanza originale (nonostante la nostra prima agenzia online risalga al 2009) e lo abbiamo formalizzato con un nuovo marchio che abbiamo appena depositato e che nei prossimi giorni sarà pienamente operativo”.

Stefania Vicini

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti