Assaeroporti-Borgomeo: “Si intravede una ripresa, sarà lenta e faticosa”

“È nota la situazione di grave difficoltà che hanno attraversato gli aeroporti a causa della pandemia. Basti ricordare che dall’inizio dell’emergenza sanitaria c’è stato un calo dell’87% dei passeggeri. Si intravede una ripresa del settore che sarà ovviamente lenta e faticosa. Tra l’altro, l’esclusione degli aeroporti dal Pnrr merita una approfondita riflessione. Gli scali italiani sono e saranno, infatti, in prima linea nel campo degli investimenti sostenibili e digitali aspirando a rappresentare un punto di riferimento a livello europeo”. E’ quanto ha affermato Carlo Borgomeo, nuovo presidente di Assaeroporti, l’associazione confindustriale che rappresenta gli aeroporti italiani. Borgomeo, attuale presidente di Gesac, società che gestisce gli aeroporti di Napoli e Salerno, è stato eletto dall’assemblea dell’associazione e succede a Fabrizio Palenzona.

“Le grandi sfide che attendono il comparto impongono l’esigenza di una forte unità dell’associazione e il pieno coinvolgimento di tutti i soci, valorizzando anche il ruolo dei piccoli aeroporti che richiedono soluzioni specifiche”.

Il nuovo presidente sarà affiancato da quattro vice presidenti: Marco Troncone (Adr), nella funzione di vicario, Roberto Naldi (Toscana Aeroporti), Monica Pilloni (Sogaer) e Nico Torrisi (Sac/Soaco).

L’Assemblea di Assaeroporti ha inoltre approvato il Bilancio consuntivo 2020 e ha nominato i nuovi membri del Consiglio Direttivo. L’assemblea sarà riconvocata a breve per completare il rinnovo delle cariche associative, ovvero del Collegio dei Revisori Contabili e dei Probiviri.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti