Delta fa rotta su Venezia e potenzia il network verso l’Italia

Delta Air Lines potenzia il suo network verso l’Italia per l’estate e lancia due voli per Venezia dai suoi più grandi hub in assoluto, Atlanta e New York-JFK. A partire dal 2 luglio, Delta ha cominciato a operare un volo tre volte a settimana tra New York e la città lagunare, che passerà a 5 volte a settimana alla fine del mese. La compagnia comincerà anche a collegare Atlanta e Venezia a partire dal 5 agosto 5 volte a settimana.

Fra le mete turistiche più popolari al mondo, Venezia è fra le destinazioni preferite dai turisti americani. Prima della pandemia, nel 2019, la città è stata visitata da 844mila statunitensi, il gruppo più consistente in assoluto fra le diverse nazionalità in arrivo in quell’anno.

“Delta è lieta di ricominciare a volare tra Venezia e gli Stati Uniti, contribuendo a stimolare la ripresa per l’importante industria turistica nella regione”, ha commentato Claudio Fiori, Delta Account Manager Italy. “In questo momento in cui il mondo sta riaprendo ai viaggi internazionali, i nostri voli per Venezia si stanno rivelando molto popolari. Delta è impegnata a garantire un ambiente di viaggio sicuro, proteggendo i clienti e le comunità che serviamo”.

“Con la riattivazione dei voli su New York di Delta Air Lines, il nostro aeroporto riprende il contatto diretto con un mercato fondamentale per il Marco Polo e per tutta l’area servita”, ha precisato Camillo Bozzolo, direttore Sviluppo Aviation del Gruppo Save. “È il primo passo, cui seguirà in agosto il volo sempre di Delta su Atlanta, per il recupero dei flussi con gli Stati Uniti che nel 2019 sono stati di circa 800mila passeggeri”.

“Salutiamo con grande entusiasmo il ritorno del volo diretto Venezia-New York. Si tratta di un importante segnale di ripartenza e di un concreto aiuto all’economia turistica veneziana e veneta”, ha affermato Simone Venturini, assessore al Turismo del Comune di Venezia. “Il mercato americano è molto importante per Venezia. Ringraziamo la squadra dell’Aeroporto di Venezia per aver lavorato ininterrottamente in questi mesi per assicurare il ritorno dei collegamenti aerei, condizione necessaria per una piena ripartenza del turismo in città”.

“Dopo un inverno di chiusure e restrizioni, l’estate 2021 potrebbe invertire la tendenza anche sul fronte della ripartenza turistica – ha commentato l‘assessore al Turismo della Regione del Veneto Federico Caner. “Grazie anche a questi voli di lungo raggio cominciamo a vedere la luce in fondo al tunnel: le nostre città d’arte, così come le altre destinazioni turistiche, aspettano a braccia aperte i turisti americani. Il turismo in Veneto riparte, dunque, in totale sicurezza grazie anche a una campagna vaccinazioni che, superando le 4 milioni di dosi inoculate, può confermare che il Veneto è aperto e sicuro“.

I voli Delta per Venezia sono operati in collaborazione con i partner Air France Klm, Virgin Atlantic e Alitalia utilizzando aeromobili Boeing 767-300. In agosto, il servizio sarà invece operato con Boeing 767-400, con l’offerta di cabina Delta più completa: la classe business Delta One, che offre poltrone-letto completamente reclinabili e accesso individuale al corridoio per tutti i passeggeri, Delta Premium Select, Delta Comfort+ e Main Cabin.

Una volta a bordo, quest’estate i passeggeri potranno usufruire di nuove proposte gastronomiche e di intrattenimento. Chi viaggia in Delta One può anche preordinare in anticipo il pasto che preferisce sui voli tra gli Stati Uniti e l’Italia.

Durante l’alta stagione estiva Delta opererà circa 35 voli settimanali tra gli Stati Uniti e l’Italia, che includono: un collegamento giornaliero tra Atlanta e Roma, un collegamento giornaliero tra New York-JFK e Milano, un collegamento giornaliero tra New York-JFK e Roma, cinque collegamenti settimanali tra New York- JFK e Venezia, cinque collegamenti settimanali tra Atlanta e Venezia, tre collegamenti settimanali tra Boston e Roma.

Per Delta, la salute e la sicurezza dei suoi passeggeri, dei dipendenti e delle comunità che serve sono una assoluta priorità. All’interno del programma Delta CareStandard, gli aerei vengono regolarmente igienizzati. Durante il viaggio è obbligatorio l’uso della mascherina.

In linea con le linee guida locali per l’ingresso al Paese, tutti i passeggeri devono poter esibire prova di vaccinazione completa, test Pcr negativo o documentazione di guarigione recente dal Covid-19 prima dell’imbarco negli Stati Uniti. I dettagli sono disponibili sulla Delta Discover Map presente su delta.com.

Per il rientro negli Stati Uniti ai passeggeri è richiesto un test negativo al Covid-19. I passeggeri possono localizzare un centro dove effettuare lo screening nelle vicinanze della loro destinazione di viaggio utilizzando il Travel Planning Center di Delta. I cittadini italiani restano soggetti ai requisiti di ingresso negli Stati Uniti, che si consiglia di verificare prima della partenza.

Delta continua a offrire più flessibilità che mai per pianificare e riprenotare i biglietti, con un’estensione del credito di viaggio che non ha pari nel settore per tutti i biglietti in scadenza nel 2021 e tutti i biglietti acquistati nel 2021 fino al 31 dicembre 2022.

Tags: ,

Potrebbe interessarti