Club Med lancia il metodo Ted

Eyal Amzallag, managing director Sud Europa e mercati emergenti Club Med, è ottimista su quando si potrà tornare ai livelli pre-Covid. Interpellato in merito da Guida Viaggi, il manager afferma che, “grazie al lavoro fatto in questi mesi Club Med uscirà da questo periodo più forte che mai. Abbiamo avviato una trasformazione del b2b per rafforzare il legame con i nostri partner, abbiamo accelerato la digitalizzazione del brand in tutto il percorso cliente e anche all’interno dei nostri uffici”.

Il manager si sofferma, poi, sul posizionamento premium per coppie attive e famiglie, affermando che “sarà premiante, offriamo ai nostri clienti tutta l’attenzione che meritano e cercano. Per mettere sempre più al centro i nostri clienti abbiamo creato il metodo Ted, i nostri venditori sono Travel Expert Designer in grado di disegnare la vacanza perfetta per ogni cliente ed aiutarli a capire i loro desideri per ottenere il massimo della soddisfazione dal loro soggiorno – spiega il manager -. Senza dimenticare la forza del nostro Club Med Cefalù Exclusive Collection”.

Intanto, dal mercato italiano arrivano segnali positivi sul fronte prenotazioni. “Per quanto riguarda i volumi di vendita sul semestre 1 siamo al +30% vs. Lo scorso anno era già in crescita rispetto all’anno precedente”.

Alla domanda su come la pandemia abbia impattato sull’operatore sul fronte dei numeri, delle scelte che saranno fatte, sulla azienda e i dipendenti, Amzallag mette in evidenza che in questo anno hanno protetto “sia i G.O. che lavorano negli uffici sia quelli che si occupano dei clienti in resort. Abbiamo adeguato il lavoro in modo smart e agile, riuscendo sempre ad adattarci man mano che il contesto cambiava. Durante questo periodo abbiamo aumentato i webinar e la formazione interna per far crescere i talenti che lavorano in Club Med”.

Stefania Vicini

Tags:

Potrebbe interessarti