Malta, nuove misure anti-Covid

Dal prossimo 14 luglio, in seguito a un recente aumento dei casi importati dai visitatori stranieri, tutte le scuole per l’apprendimento della lingua inglese di Malta saranno nuovamente chiuse.

Inoltre, per quanto riguarda gli arrivi dall’estero sia via area sia via mare, tutti i turisti, dai 12 anni in su, saranno accolti a Malta solo dietro presentazione di un certificato vaccinale rilasciato dopo almeno 14 giorni dalla data della seconda dose di vaccino anti Covid 19 (o dose singola in caso di vaccino Johnson & Johnson).

Tale certificazione deve essere riconosciuta dalla Soprintendenza alla Sanità pubblica maltese, ovvero deve corrispondere a uno dei seguenti casi: certificato di vaccinazione maltese, certificato digitale Covid Ue, Nhs Covid Pass Letter/App Nhs (Regno Unito).

I bambini dai 5 agli 11 anni possono viaggiare presentando un test Pcr negativo, che deve esser stato fatto entro 72 ore prima dell’arrivo a Malta, e naturalmente i genitori o i tutori legali che li accompagnano devono a loro volta presentare un certificato di vaccinazione riconosciuto.

I bambini sotto i 5 anni non hanno bisogno di un test Pcr per viaggiare quando accompagnati da genitori o tutori legali completamente vaccinati.
I minori non accompagnati non possono al momento viaggiare a Malta.

Pertanto, i seguenti certificati non saranno considerti validi: certificato di guarigione da Covid19, certificati vaccinali per 1 sola dose di un vaccino che richiede 2 dosi, anche per persone che sono guarite da Covid-19, certificati vaccinali rilasciati a meno di 14 giorni dalla dose finale.