Un nuovo fondo di garanzia per le agenzie

Il Covid ha rivoluzionato tutto, c’è stato il bisogno di inventarsi nuove idee e sostenere economicamente le adv ed i t.o, creando prodotti innovativi. Un aspetto forse poco considerato è che il mondo assicurativo, causa pandemia, “ha concentrato i propri sforzi nel proteggere il viaggiatore, allargando le garanzie e creando assieme agli intermediari nuovi prodotti, quasi ad esclusiva tutela del viaggiatore, tralasciando le problematiche di adv e t.o. in termini di esigenze assicurative ‘proprie’ riferibili anche alla salvaguardia delle proprie attività”. A riflettere su questo aspetto è Massimiliano Masaracchia, direttore commerciale di Spencer & Carter, insurance broker. Quali sono pertanto le esigenze del trade nella fase della ripartenza? A suo dire c’è la necessità “di essere indirizzati verso prodotti performanti, ma che rispecchino la difficoltà del settore in questo momento”. Non devono essere performanti “solo per garanzie assicurative, ma anche finanziariamente”, il che non vuole dire “una semplice rateizzazione del premio, ma una diversa costruzione assicurativa, in termini finanziari, rispetto ai pagamenti per le polizze tradizionali ed ai rating di affidabilità per l’altra garanzia obbligatoria ossia insolvenza e fallimento”. In questo scenario ha fatto il suo ingresso, un po’ disruptive, Spencer & Carter che ha lavorato ad una serie di prodotti, tra cui Vacanze Garantite, Fondo consortile “moderno dove abbiamo avuto esclusivamente l’incarico di consulenza”, spiega Masaracchia. Le sue peculiarità sono che “valuta sui dati di bilancio attuali (bilancio 2020). Ha un sistema di rating differente senza richiesta di coobbligazioni, con un sistema di garanzia di un eventuale risarcimento molto vicina o uguale alle compagnie di assicurazioni – spiega il manager –. Inoltre, per la quota da pagare distingue in base all’attività prevalente”. C’è, poi, un nuovo prodotto, che è la polizza RC Professionale per adv e t.o. “che dà una forte mano sull’aspetto ‘finanziario’, è sostanzialmente una polizza Pay per Use”. Il prodotto è dedicato ad adv e t.o. che fatturano annualmente fino a un milione di euro, per gli altri ci sono prodotti tailor made.

La convenzione con Fiavet Emilia-Marche

Il Covid-19 “ha livellato le posizioni dominanti dei principali competitor sia tra le compagnie di assicurazioni sia tra gli intermediari”, sostiene Masaracchia. A suo dire si intravede “una nuova collaborazione tra società assicurative e intermediari, in particolare il broker, che può dare una mano agli operatori ed essere seguito dalle compagnie per la creazione di nuovi prodotti, che non le affossino, ma che aiutino il settore a intravedere una nuova strada”. I prodotti di Spencer & Carter sono aperti a tutto il mercato delle adv e dei t.o, “che sta iniziando a richiedere la nostra consulenza. In quest’ottica siamo attenti anche alle associazioni”, dice il manager. Da qui l’accordo siglato con Fiavet Emilia Romagna e Marche. “La partnership – spiega il presidente Massimo Caravita – ci ha consentito di fornire gratuitamente ai nostri associati l’innovativo servizio di assistenza assicurativa e ci ha dato la possibilità di convenzionare in anteprima alcuni dei prodotti innovativi e competitivi immessi su tutto il mercato dal broker”.

Il manager si è detto soddisfatto “di avere ottenuto la fiducia da parte di Spencer. I recenti scenari Covid, infatti, hanno reso fondamentale per le associazioni rivolgere uno sguardo anche alla tutela e alla salvaguardia degli elementi economici dei nostri associati. Anche per questo, l’arrivo sul mercato di nuovi prodotti e servizi assicurativi ha sollevato il nostro interesse, certi che aggiungere tali elementi portasse un innegabile valore agli associati”.

Stefania Vicini

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti