Green Pass, polizza e documenti di viaggio: tutto a portata di app?

C’è chi come il Wttc è fiducioso sul fatto che aumenterà la fiducia dei consumatori, qualcuno come Assoturismo, che numeri alla mano, sostiene che abbia già generato 2,2 milioni di presenze straniere in più, altri secondo i quali l’estate in Europa rischia di diventare una corsa a ostacoli e di ore di coda ai banconi dei check-in per i diversi requisiti d’ingresso nei Paesi: è entrato in vigore il 1° luglio e da subito il Green Pass ha fatto parlare di sé. Oggi, lo si dice da più parti, l’esperienza travel deve essere non solo sempre più digitale, ma anche il più fluida possibile. Uno strumento come questo può essere integrato sullo smartphone del cliente insieme all’eventuale polizza di viaggio e agli altri documenti utili senza che il passeggero debba scaricare tante diverse app?

“Stiamo lavorando per integrare con nuovi servizi la nostra app – risponde Axa Partners Italia – che permetterà al cliente non solo di avere a portata di mano tutti i documenti necessari, ma consentirà di contattare la nostra centrale operativa, avere un video consulto con i nostri medici specialisti e ricevere il farmaco di cui si ha bisogno direttamente a domicilio, richiedere, in caso di incidente, un carro attrezzi monitorandone l’arrivo  in tempo reale e molto altro ancora”.

I4T è più “tradizionale”: “Al momento preferiamo mantenere un approccio classico – chiarisce Christian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa -. Noi inviamo la documentazione via mail in modo che non sia necessario scaricare nulla e sia sempre tutto a disposizione del cliente, su carta o direttamente su device digitale”.

Secondo Michele Cossa, amministratore delegato Borghini e Cossa S.r.l. – Insurance Broker, i documenti assicurativi sono ormai tutti digitali e possono essere memorizzati sullo smartphone. “Molte compagnie di assicurazioni – aggiunge – offrono da anni la possibilità di gestire l’assistenza in viaggio tramite app con geolocalizzazione e la gestione di eventuali sinistri attraverso piattaforme online”.

Ergo Assicurazione Viaggi invita alla prudenza: “Al momento sembra un semplice pezzo di carta – evidenzia Daniela Panetta, direttore commerciale – , vedremo se la tecnologia ne consentirà un utilizzo integrato con altri strumenti. Ergo ha già da anni disponibile un’app che consente al passeggero la gestione della propria polizza, oltre ad altre importanti funzionalità: se sarà possibile volentieri integreremo anche il Green Pass nel nostro tool“.

“Attualmente stiamo monitorando le opportunità offerte dal Green Pass – commenta Europ Assistance -, così da valutare soluzioni ottimizzate ed efficaci”.

Ami Assistance punta su Doc24, il servizio di telemedicina incluso in tutte le polizze: “Si ha sempre a disposizione ‘Medical Passport’, la cartella medica online traducibile in 10 lingue – asserisce il presidente Gualtiero Ventura -, in cui poter archiviare e portare sempre con sé tutti i dati della propria storia clinica, ma anche documenti come referti o esami o anche il Green Pass, così da averli sempre a portata di mano in un unico posto”.

La digitalizzazione ha modificato radicalmente le nostre abitudini ed è normale che i viaggiatori desiderino avere a disposizione in ogni momento e con pochi click sullo smartphone o sul tablet le informazioni relative alla polizza viaggio sottoscritta – sottolinea Marcello Alesse, ceo di B&T Insurance Service e fondatore del portale Webins.it -. Avendo lanciato il primo portale di e-commerce assicurativo pensato per i tour operator, le agenzie viaggi e in generale per tutti gli attori della filiera del turismo, ci sentiamo pionieri di questo scenario orientato alla massima fruibilità attraverso il digitale”. Per questo la società mette a disposizione, all’interno di un unico contenitore sul web, “una serie di prodotti molto diversi e adatti a ogni singola esigenza – prosegue Alesse -. Non solo: da sempre collaboriamo in maniera proficua con le compagnie assicurative nell’ottica di offrire agli operatori del turismo non soltanto polizze di qualità, ma anche i migliori strumenti in grado di semplificare la vita del viaggiatore, come un Qr code per visualizzare tutte le condizioni del prodotto ed eventualmente reperire le informazioni per accedere ai servizi di assistenza”.

Sulla stessa linea Stefano Pedrone, responsabile divisione turismo di Nobis Assicurazioni: “Abbiamo già da tempo intrapreso la strada di mettere a disposizione dei t.o. il Qr code della polizza in modo da fornire ai viaggiatori uno strumento di consultazione veloce e pratico per recuperare tutte le informazioni sulle prestazioni legate all’assicurazione e sull’accesso ai servizi della nostra centrale operativa h24. Dallo stesso è possibile scaricare anche l’app ‘Con Nobis’ per ricevere video-consulti medici h24 in caso di necessità”.

Nicoletta Somma

Tags: , , , , , , , ,

Potrebbe interessarti