Costa ed Msc, ecco la newco per i porti siciliani

Costa crociere e Msc crociere insieme per la gestione dei terminal passeggeri di Palermo, Termini Imerese, Trapani e Porto Empedocle. Le due compagnie hanno infatti dati vita a West Sicily Gate, newco che – nelle parole di Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, rappresenta “il coronamento di un grande lavoro svolto dalla nostra Authority con fatica, dedizione, tenacia e passione. E’ come se oggi prendesse il via un nuovo corso, un atteso new deal. Accogliere a Palermo le grandi navi di ultima generazione in un porto riqualificato e dragato, quindi con fondali adeguati, e dotato di strutture ricettive appropriate alle nostre ambizioni, era impensabile fino a qualche anno fa: è davvero difficile, guardando finalmente le opere realizzate, immaginare com’erano i nostri porti solo tre anni fa”.

Dal primo gennaio 2022, saranno 176 gli attracchi previsti di Costa e Msc su un totale di 226 toccate, comprensive anche delle altre compagnie che finalmente si riaffacceranno nel Mediterraneo”. L’obiettivo è ora “quello di triplicare nei prossimi anni il numero dei crocieristi rispetto al 2018 – spiega Monti -, anno in cui abbiamo sfiorato le 600 mila unità, facendo dei nostri scali un mix di modernità nell’erogazione dei servizi ed eccellenza nell’ambito dell’accoglienza”.

Nel 2019 Msc e Costa avevano richiesto e poi ottenuto la concessione, della durata di 30 anni, di aree demaniali destinate all’ormeggio delle unità da crociera, all’accoglienza dei relativi passeggeri e allo svolgimento delle attività terminalistiche per i crocieristi in imbarco, sbarco e transito nei porti di Palermo, Termini Imerese, Trapani e Porto Empedocle, e l’autorizzazione a costituire una società di progetto, con quote paritarie, in forma di società a responsabilità limitata, per la gestione della concessione.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti