Msc Seashore arriva a Napoli

E’ arrivata ieri a Napoli Msc Seashore, la nuova ammiraglia di Msc Crociere consegnata lo scorso 26 luglio presso gli stabilimenti Fincantieri di Monfalcone e diventata la più grande nave mai costruita in Italia.

La nave ha accolto i suoi ospiti che potranno vivere l’esperienza di una crociera di 7 giorni e 8 notti nel Mediterraneo occidentale, con un itinerario che prevede tappe nei porti italiani di Genova e Messina, oltre agli scali di La Valletta (Malta), Barcellona e Marsiglia.

MSC Seashore sarà dunque protagonista della stagione estiva di Msc Crociere, facendo tappa a Napoli ogni lunedì con 12 scali complessivi. I circa 1.000 passeggeri imbarcati ieri in città potranno inoltre partecipare alle numerose escursioni “protette” previste nell’ambito del “Protocollo di sicurezza e salute” di Msc. In particolare, gli ospiti avranno l’occasione di passeggiare per la città e il suo lungomare, visitando le vie e i principali monumenti come Spaccanapoli, Piazza del Plebiscito e il Palazzo Reale, la Cappella San Severo e il Cristo Velato. Per gli amanti della storia e dell’archeologia sono inoltre previste escursioni presso gli storici siti di Pompei e del Vesuvio, dove si potrà ammirare il panorama della città da una posizione privilegiata. Per chi preferisce il mare e la costa, l’offerta della compagnia prevede tour presso due iconiche mete conosciute e apprezzate in tutto il mondo: Sorrento e Capri.

“Da quando siamo ripartiti nell’agosto del 2020, Napoli è sempre stata una delle città su cui abbiamo puntato di più e continueremo a farlo anche nei prossimi anni. Nel 2020 Msc Grandiosa, la nostra prima nave a tornare operativa, ha infatti effettuato ben 13 toccate nel porto partenopeo nonostante tutte le difficoltà legate alla ripartenza di un settore fermo da mesi. Quest’anno contiamo di arrivare a 39 scali totali, di cui 12 saranno della nostra nuova ammiraglia Seashore, nave tra le più avanzate al mondo sotto il profilo tecnologico e ambientale. Nel 2022 aumenteremo ancora la nostra presenza arrivando a 76 scali complessivi”, ha sottolineato Leonardo Massa, managing director di Msc Crociere.

“Si tratta di numeri importanti che indicano una progettualità, un piano per il futuro in una città che ha opportunità di crescita e che ha molto da offrire ai passeggeri di tutto il mondo. Grazie al nostro protocollo di salute e sicurezza – che ci ha consentito finora di trasportare oltre 100.000 passeggeri italiani dall’inizio del 2021 – i nostri ospiti possono scegliere tra numerose possibilità di escursioni per scoprire un territorio magnifico con evidenti positive ricadute sul territorio sul fronte economico e occupazionale”, ha concluso Massa.

Seashore, è la 19esima nave entrata a far parte della flotta di Msc Crociere e la prima della Classe Seaside Evo. Per la sua realizzazione sono servite oltre 12 milioni di ore/uomo di lavoro e 4.300 maestranze che hanno generato una ricaduta sull’economia italiana di quasi 5 miliardi di euro necessari per la costruzione della nave (senza contare l’importante volano turistico-economico attivato dalla nave nel corso della sua vita).

L’offerta estiva di Msc Crociere prevede un totale di 6 navi schierate nel Mediterraneo. Oltre a Seashore, in Mediterraneo Occidentale troviamo infatti Seaside e la nuova ammiraglia della compagnia Grandiosa. In Mediterraneo Orientale sono impiegate invece Orchestra, Splendida e Magnifica, con una serie di itinerari in partenza da Trieste, Monfalcone e Bari, e scali al Pireo (Atene) e in alcune delle più belle isole greche, Kotor (Montenegro), Dubrovnik e Spalato (Croazia).

Su tutte le navi è applicato il rigoroso «Protocollo di salute e sicurezza», messo a punto dalla compagnia in collaborazione con le autorità italiane e validato dal Comitato Tecnico Scientifico, che ha permesso di ospitare, da agosto 2020 ad oggi, numerosi passeggeri in piena sicurezza. Il Protocollo prevede che tutti gli ospiti, per poter accedere alla nave, debbano rispondere ad almeno uno dei seguenti requisiti:

  • essersi sottoposti ad un test molecolare o tampone antigenico entro 48 ore dalla partenza della nave
  • aver completato il ciclo vaccinale contro il Covid, almeno 14 giorni prima della partenza della crociera
  • essere guariti dal Covid 19 negli ultimi 6 mesi
Tags:

Potrebbe interessarti