GlobalData: ancora incoerente l’attività di deal nel travel

A luglio l’attività di negoziazione nel settore dei viaggi e del turismo è diminuita del 6,8% secondo quanto rileva GlobalData. Si parla di un totale di 69 accordi annunciati (compresi fusioni e acquisizioni, private equity e venture financing) in calo rispetto ai 74 accordi annunciati nel mese precedente.

L’analisi

Aurojyoti Bose, lead analyst di GlobalData, sottolinea che “l’attività di deal nel settore dei viaggi e del turismo rimane ancora incoerente. Mentre giugno ha mostrato alcuni segnali di ripresa dopo un calo negli ultimi mesi, il rimbalzo dell’attività di negoziazione non ha potuto essere sostenuto a lungo con luglio, che ha nuovamente invertito la tendenza. Ciò potrebbe essere attribuito alle prevalenti restrizioni di viaggio e alle condizioni di mercato sfavorevoli per il settore in alcuni Paesi”, osserva l’analista.

L’annuncio di operazioni di private equity e M&A è diminuito rispettivamente del 58,3% e del 4,7% a luglio rispetto al mese precedente, mentre il numero di operazioni di finanziamento di rischio ha registrato una crescita del 21,1%.

Nei mercati chiave

L’attività di negoziazione è rimasta allo stesso livello nei mercati chiave come Stati Uniti, Regno Unito e Cina, mentre India e Australia hanno assistito a un miglioramento dell’attività di negoziazione. Nel frattempo, Germania, Spagna e Paesi Bassi hanno registrato un calo dell’attività commerciale a luglio rispetto al mese scorso.

Tags:

Potrebbe interessarti