Assegnazione posti: le risposte di Volotea e Wizz Air

Continuano i botta e risposta tra Enac e vettori sulla questione assegnazione dei posti: in merito al mancato adeguamento alle nuove disposizioni regolamentari dell’autorità a tutela dei disabili e dei minori la risposta di Volotea è che la compagnia “prevede che i bambini si siedano sempre vicino a uno degli adulti che viaggia con loro. Inoltre, a seguito dell’incertezza sanitaria scaturita dalla pandemia, per garantire il massimo livello di sicurezza per tutti i passeggeri e gli equipaggi, Volotea fa in modo che i passeggeri appartenenti al medesimo nucleo familiare siedano vicini, riducendo ancora di più il rischio di contagio – specifica il vettore -. In caso di presenza di passeggeri con disabilità, Volotea garantisce in automatico il posto migliore disponibile, accanto all’accompagnatore che viaggia con loro. In entrambi i casi, l’assegnazione di questi posti è completamente gratuita”.

La compagnia, dunque, “non condivide le obiezioni mosse dall’Enac e rimane altresì a disposizione dell’ente, al fine di fornire tutte informazioni necessarie a fare chiarezza sulle condotte oggetto di verifica”.

Anche Wizz Air ha detto la sua: la compagnia “ha preso atto della decisione dell’Enac che denuncia il mancato rispetto da parte di Wizz Air della nuova normativa in materia di posti a sedere di minori e disabili. Siamo lieti di confermare – afferma una nota deol vettore – che i nostri sistemi di assegnazione posti sono impostati per garantire che gli accompagnatori siano seduti insieme ai minori e alle persone con disabilità senza costi aggiuntivi. Stiamo analizzando l’esatta sostanza delle preoccupazioni di Enac, alla luce del fatto che abbiamo sempre affermato esplicitamente questa indicazione nella sezione ‘Avvisi importanti’ relativi al flusso di prenotazione di Wizz Air“.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti