Alitalia-Ita: Uvet Gbt fa chiarezza sulle procedure biglietti

Uvet Gbt ha diramato una nota interna per fare chiarezza sulle procedure da adottare per i biglietti: come si ricorderà, a far data dal 15 ottobre 2021 il ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato Alitalia a chiudere le vendite di biglietti e conseguentemente prevedere la cessazione delle sue attività di volo. “Tale data – rammenta la nota – sarà quella prevista per l’avvio delle operazioni del nuovo vettore di bandiera Italia Trasporto Aereo S.p.A., ad integrale partecipazione pubblica”.

“Ieri il vettore Alitalia ha cancellato di default tutte le prenotazioni aeree esistenti su voli precedentemente programmati dal 15 ottobre ed oltre – prosegue la nota -. E’ quindi necessario procedere al rimborso integrale dei biglietti che prevedevano operatività oltre tale data o  anticipare il proprio viaggio entro la data sopracitata”.

La procedura prevede quindi due opzioni, chiarisce Uvet Gbt:

Riprotezione su voli Alitalia operativi entro il 14 ottobre (ultimo rientro), possibile anche cambio di destinazione con eventuale adeguamento tariffario;
Rimborso integrale del prezzo al quale il biglietto è stato acquistato o del valore residuo del biglietto per il viaggio non ancora effettuato.

A partire dal 15 ottobre sarà la compagnia Ita a volare su buona parte delle rotte precedentemente operate da Alitalia. “Ma – sottolinea l’azienda – visto che la Commissione Europea ha imposto la ‘discontinuità’ tra l’attività dei due vettori, non sarà possibile procedere con riprotezioni automatiche tra le due compagnie. Il team operativo Uvet Gbt è quindi a disposizione della clientela corporate per procedere ad anticipare il proprio volo mantenendo il vettore Alitalia, oppure mandare a rimborso i titoli di viaggio non utilizzabili ed effettuare di conseguenza una nuova prenotazione su un volo operato da Ita (che saranno aperti alla vendita a partire dal 26 agosto) o da altro vettore disponibile. Ita, per ragioni operative, manterrà comunque gli stessi numeri di volo precedentemente utilizzati da Alitalia”.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti