Per Iag una filiale low cost a Gatwick

Il gruppo Iag ha ammesso di stare valutando la trasformazione della sua attività con sede all’aeroporto di Gatwick in una filiale low cost, con un marchio e un’identità diversa da British Airways, che continuerebbe a operare da Heathrow.

British, come vettore legacy, mantiene la sua principale fonte di entrate nei viaggi a lungo raggio, ora in crisi. Allo stesso tempo, compete in parte in Europa con easyJet, Ryanair e WizzAir. L’azienda ha spiegato che il progetto è in attesa di negoziati con i sindacati, che rappresentano un temibile ostacolo.

Culture diverse

Non è la prima volta che si pensa in ottica low cost: quando nacquero le compagnie aeree a basso costo, l’allora ceo di British Airways, Bob Ayling, aveva deciso di lanciare la propria compagnia aerea low cost, che si chiamava Go. Ha operato per un po’ da Stansted, fino a quando è stata venduto prima a un fondo per finire nelle mani di easyjet, scrive la testata del trade spagnolo Preferente.

Oggi il Gruppo Iag possiede già la low cost Vueling e sa bene che occorre separare le culture tenendo separati i diversi business model.

Tags: ,

Potrebbe interessarti