Fto: “Riaprire subito alla totalità dei viaggi”

“Liberiamo gli italiani da una gabbia che non ha alcuna ragione di esistere. Ai ministri Garavaglia e Speranza diciamo: ripristinare i corridoi turistici con voli ‘covid tested’ per le sole mete esotiche è un primo passo, ma ci si deve muovere per riaprire subito alla totalità dei viaggi e delle mete extra-Ue. Con il Green pass e un tampone 48 ore prima del rientro è possibile ridare ai nostri concittadini quella libertà di movimento che oggi è già garantita alla stragrande maggioranza degli europei”. Anche Franco Gattinoni, presidente della Federazione Turismo Organizzato, l’associazione di agenzie di viaggi e tour operator di Confcommercio, scende in campo nel commentare la notizia di ieri che dava i voli Covid-free verso il via libera.

Serve una piena apertura dell’outgoing

Secondo Gattinoni “una piena apertura dell’outgoing, con le giuste regole di sicurezza, consentirebbe al comparto di riguadagnare gli oltre 10 miliardi di fatturato persi. Peraltro questo darebbe una spinta anche all’incoming di turisti stranieri che è comunque crollato rispetto al 2019, a dispetto di una narrazione distorta secondo cui l’estate che sta passando sia stata tutta rose e fiori per il turismo italiano”.

Il rischio di cadere in mani straniere

Dal canto suo il presidente di Fto si sofferma sull’attualità, facendo presente che “non si capisce perché oggi ci si possa ammassare nei treni regionali senza Green pass e al tempo stesso sia vietato viaggiare in aereo fuori dalla Ue persino per chi ne è munito. L’Italia vive una situazione di handicap competitivo rispetto a Paesi e operatori europei, handicap che continua a colpire le imprese del comparto dopo quasi due anni di enormi difficoltà e che rischia di consegnare in mani straniere un intero settore del nostro turismo”, conclude Gattinoni.

Tags: ,

Potrebbe interessarti