Volterra: visitatori stranieri ai livelli del 2019

La stagione turistica a Volterra e in Valdicecina “sta andando benissimo, abbiamo avuto il tutto esaurito per tutto il mese di agosto e anche in questo momento sono tantissimi i visitatori che scelgono Volterra e la Valdicecina come meta per le loro vacanze o come meta di escursione per conoscere Volterra, gli altri borghi del territorio e la zona della geotermia che mostra un potere di attrazione sempre crescente”. A commentare il trend a Guida Viaggi è Claudia Bolognesi, direttrice del Consorzio Turistico Volterra Valdicecina, che sarà tra i partecipanti a Discover Italy.

Il ritorno degli stranieri

Un buon risultato arriva intanto dai mercati stranieri, quest’anno i visitatori provenienti dall’estero “sono molto più numerosi del previsto – dice Bolognesi -. Abbiamo tantissimi ospiti da Germania, Austria, Svizzera, Belgio, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca e Francia”. C’è da dire che i Paesi europei hanno sempre mostrato “grande interesse per la nostra destinazione e quest’anno gli stranieri, in percentuale, sono  tornati ad essere quelli del 2019“. Si tratta per lo più di coppie, famiglie e piccoli gruppi, “che si spostano con la propria auto pernottando in zona oppure in zone limitrofe (costa, Valdelsa, Tere di Pisa) e raggiungono Volterra e la Valdicecina in escursione”.
Per mantenere saldi i rapporti con questo fronte, “l’unica possibilità per il momento è partecipare a eventi b2b come Discover Italy, che ci permettono di mantenere il contatto anche con i mercati più lontani, che pur continuando a mostrare un grande apprezzamento per l’Italia e la Toscana, in questo momento, sono impossibilitati a venire da noi fisicamente. La pandemia – osserva la manager – da questo punto di vista, ci ha permesso di fare enormi passi avanti e ci ha fatto capire che è possibile essere vicini anche quando ci separano migliaia di chilometri. Mantenere vivo l’interesse per la nostra destinazione è il nostro obiettivo prioritario, lo abbiamo sempre perseguito, anche durante i lockdown del 2020 e 2021 e continueremo a farlo anche in futuro”.

Le prospettive per l’autunno

Parlando dell’autunno e dell’inverno, la manager non può che far presente che “tanto dipenderà dalla situazione pandemica”, ma vi è la certezza “che tutti gli attori della zona (il nostro consorzio insieme ad amministrazioni comunali, istituzioni, strutture ricettive e attività commerciali) faranno il massimo affinché la stagione turistica duri il più a lungo possibile. In ogni caso, siccome il lavoro di preparazione per Volterra Prima Città Toscana della Cultura richiederà l’apporto di tutti quanti, siamo certi che nella zona respireremo una bella atmosfera di attesa ed entusiasmo”, fa sapere Bolognesi.

Sul fronte delle nuove forme di turismo e nuovi trend, sono numerose le richieste per le attività outdoor,  tra trekking geotermico e trekking alla Rocca Sillana, per fare alcuni esempi, “per le visite guidate a tema (tour all’ex manicomio di Volterra, alla Salina Locatelli, alla Miniera di Rame di Montecatini Val di Cecina) e per le escursioni nelle nostre riserve naturali“.
Sono molto apprezzati anche i piccoli borghi della zona e le esperienze enogastronomiche, tra degustazioni di vino, olio, formaggio, birra artigianale. “Anche l’artigianato artistico dell’alabastro nel 2021 sta ritrovando una sua collocazione con numeri molto più interessanti rispetto a quelli dello scorso anno”.

Stefania Vicini

 

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti