O’Leary-Ryanair: “Il brand Alitalia non ci interessa”

In attesa dei nuovi B737 – 8200 che ne amplieranno la flotta, Michael O’Leary, Ryanair Group ceo, ha incontrato la stampa a Roma comunicando le nuove 5 rotte invernali che partiranno da Roma e che sono rispettivamente Agadir, Amman, Fez, Riga e Tallin.

I rapporti col governo e le istituzioni

“Al Governo chiediamo di eliminare le addizionali comunali e di mettere a disposizioni gli slot di Alitalia-Ita che non verranno utilizzati a Fiumicino. A noi non interessa minimamente acquistare il brand Alitalia, siamo conosciuti, non temiamo la concorrenza sul mercato italiano – ha rimarcato O’Leary -. Oltretutto la prevista flotta di Ita composta da 50 aerei non può in nessuno modo metterci a disagio. Stamattina abbiamo incontrato il presidente dell’Enac Pierluigi Di Palma che comprende perfettamente il nostro core business e le nostre intenzioni di ben operare su tutto il territorio nazionale, alla luce della ripresa del traffico aereo e del ritorno a viaggiare di molti passeggeri. Un impegno con l’Enac e con la clientela”.

Dove acquistare i biglietti

Alla domanda quali sono oggi i rapporti con le agenzie di viaggio, alla luce di tante dichiarazioni positive, il manager ha rassicurato che esistono sempre per le adv i canali preferenziali, ma essendo molto semplice acquistare un biglietto Ryanair, O’ Leary ha invitato la clientela a fare in maniera autonoma. 

I livelli pre-Covid e la nuova base

Oltre a ricordare che l’obiettivo è tornare quanto prima ai livelli pre-Covid per traffico trasportato, il manager ha sottolineato ancora una volta che Ryanair è la compagnia più green di tutte (con -16% carb. Co22 e – 40% di rumore). Torino si aggiunge come base della compagnia irlandese. Su 29 aeroporti in Italia le basi Ryanair diventano così 16.

Annarosa Toso

          1.  
Tags:

Potrebbe interessarti