Paganella, il territorio si promuove con i campionati europei di cross triathlon

Sono oltre 600 gli iscritti alle due competizioni continentali di cross duathlon e cross triathlon in programma dal 24 al 26 settembre 2021 sull’Altopiano della Paganella, tra Molveno e Andalo. Dopo dodici anni Xterra, il più famoso circuito di cross triathlon nel mondo, e Europe Triathlon (Etu), l’organo di governo europeo per lo sport olimpico del triathlon, tornano a collaborare nell’organizzazione di una competizione congiunta che riunisce i migliori atleti d’Europa.

L’altopiano ai piedi delle Dolomiti di Brenta si prepara quindi a diventare centro nevralgico per il cross triathlon ospitando una competizione internazionale che vede congiungersi nuovamente, dopo sette anni, i due circuiti. Questo territorio tra le acque del “Lago più Bello d’Italia”, secondo Legambiente, e i percorsi di trail running e mountain bike dell’Altopiano, reso unico dai panorami tra i più belli delle Dolomiti, è la location ideale per il cross triathlon, che qui incontra un ambiente naturale montano incontaminato.

Rafforzare il legame tra sport e territorio

“Ospitare i Campionati europei di cross triathlon – spiega Luca D’Angelo, direttore Apt Dolomiti Paganella – ci permette di rafforzare il binomio vincente sport e turismo. Negli anni abbiamo lavorato molto sull’allungamento delle stagioni proprio attraverso le attività sportive outdoor e gli eventi, quindi ospitare questa competizione rappresenta parte di questa strategia. Il cross triathlon trova all’interno dell’ambito Dolomiti Paganella uno spazio ideale grazie alle infrastrutture sportive presenti sul territorio, alla diversità dei paesaggi, all’offerta di tracciati mountain bike, già sviluppati attraverso Dolomiti Paganella Bike, agli itinerari e percorsi di trail running e al nuoto nelle acque cristalline del lago di Molveno. Ci aspettiamo di costruire nel prossimo futuro una destinazione altamente attraente non solo per gli atleti professionisti ma anche per gli amatori e per le loro famiglie che potranno trascorrere da noi le loro vacanze”.

“L’elemento fondamentale – aggiunge Riccardo Giubilei, presidente Federazione italiana triathlon – è il gioco di squadra tra Fitri, Europe Triathlon, Xterra e territorio. Chiudiamo la stagione di gare internazionali in Italia proprio con questo Campionato europeo ospitato in uno scenario unico. Siamo particolarmente soddisfatti di aver chiuso questo cerchio che mette intorno a un tavolo il territorio e tutte le istituzioni nell’ottica nella promozione di questa disciplina sportiva e dell’area”.

“Ho subito appoggiato la candidatura delle Dolomiti Paganella, giunta tra le tante altre, perché conosco il territorio, la serietà delle amministrazioni e la presenza di strutture eccellenti”, ha dichiarato Renato Bertrandi, presidente Etu.

Massimo Massacesi, organizzatore Xterra Italy, è “convinto che sarà un evento che garantirà un progetto a medio e lungo termine, considerando la collaborazione tra le federazioni e Xterra e le potenzialità della location”.

Ritorno in Italia

È anche grazie a una storica partnership tra Fitri e Trentino Marketing, società di sviluppo e promozione turistica, con la collaborazione dell’Apt Dolomiti Paganella, che questo evento internazionale torna ora in Italia.
Sotto il profilo agonistico, il cross triathlon azzurro ha dimostrato di avere le carte in regola per giocare un ruolo da protagonista a questo appuntamento: l’Italia si presenterà con 40 atleti tra élite e giovani a cui si aggiungono una miriade di Age Group.
Per tre giorni il territorio farà da cornice ai campioni di una delle più spettacolari competizioni outdoor e sarà l’occasione per tutti, atleti, accompagnatori e appassionati per scoprire i luoghi e i paesaggi di una delle top destination del Trentino.

 

Paola Olivari

Tags: , , , , , , ,

Potrebbe interessarti