Superbonus per il turismo, l’ipotesi di Garavaglia

Un Superbonus per il turismo? Il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, nel recente incontro a Pordenone, a cui ha preso parte anche la sottosegretaria alla transizione ecologica, Vannia Gava, avrebbe dato l’annuncio di ciò. Il ministro non è nuovo a tale ipotesi, già durante l’iter di approvazione del decreto Semplificazioni n. 77/2021 aveva cercato di poter estendere il superbonus 110 per cento agli alberghi e alle altre strutture ricettive, scrive Informazionefiscale.it. La proposta era stata però bocciata, ora torna sotto i riflettori e l’obiettivo è dare un aiuto alla ripresa del turismo, favorendo anche i consumi sostenibili.

Pari all’80% e cessione del credito

Guardando più nel dettaglio e in base a quanto emerso, il superbonus per il turismo potrebbe esser pari all’80%, fruibile anche mediante cessione del credito, con la possibilità di recuperare in tempi brevi l’agevolazione, spiega la fonte. L’intenzione di Garavaglia è quella di portare il superbonus nel primo provvedimento utile o all’interno della Legge di Bilancio 2022. A quanto scrive al fonte non è esclusa l’emanazione di un decreto specifico, ma non si sa nulla in merito ai tempi.

Il dato certo è che è ancora valida l’intenzione di introdurre un’agevolazione fiscale per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica delle strutture alberghiere e turistiche. Secondo il quotidiano Italia Oggi, non è previsto solo il superbonus, ma ci sarebbe anche l’idea di introdurre un nuovo contributo a fondo perduto, fino a 200mila euro, da usare in parte per i lavori per il risparmio energetico. Al momento, sembra che i due interventi non siano cumulabili, ma alternativi.

Il parere del MoVimento 5 Stelle

In una nota il MoVimento 5 Stelle espone la sua posizione in merito, affermando che “la ripresa del turismo e la ripresa dell’economia italiana vanno di pari passo e non possono prescindere da una riqualificazione del patrimonio edilizio legato alla ricettività. Il MoVimento 5 Stelle continua a lavorare all’estensione del Superbonus 110% alle strutture turistico-ricettive, alberghiere ed extra alberghiere”, affermano Angela Masi e Luca Sut, deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Attività produttive.

Inoltre, si fa presente che “l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza del patrimonio edilizio dedicato all’ospitalità lo renderanno anche più attrattivo rispetto alla domanda turistica sia interna sia estera. Per questo continuiamo a chiedere al governo di andare oltre gli annunci e di istituire subito un tavolo di confronto con le forze parlamentari e con tutte le categorie interessate, in modo da gettare le basi per la ripartenza di un settore centrale per la nostra economia e purtroppo duramente colpito dalla crisi pandemica”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti