Assegnazione posti per le famiglie: il Dot dice la sua

Negli ultimi anni le compagnie aeree hanno sempre più addebitato costi aggiuntivi per l’assegnazione avanzata dei posti e la selezione dei posti, dato ciò è diventato più difficile per le famiglie garantire i posti insieme senza pagare un extra.

La posizione del Dot

Il Dipartimento dei trasporti, rispondendo a una direttiva del Congresso per esaminare la questione, due anni fa ha concluso che le compagnie aeree statunitensi non hanno bisogno di assicurarsi che i bambini di età pari o inferiore a 13 anni possano sedersi accanto a un membro della famiglia senza costi aggiuntivi. Una revisione dei reclami che il Dot aveva ricevuto nei due anni precedenti ha rivelato che solo uno su 200 riguardava i posti a sedere in famiglia, ha spiegato il dipartimento.

Ora, tuttavia, il Dot dell’amministrazione Biden sta affrontando uan serie di pressioni da parte dei sostenitori dei consumatori per riconsiderare la questione. E i primi segnali suggeriscono che i sostenitori stanno facendo progressi. “Il dipartimento sta esaminando nuovamente la questione per determinare quali altre azioni dovrebbero essere intraprese”, ha detto a Travel Weekly una portavoce del Dot.

Gli ultra low cost

Per le famiglie, la sfida di ottenere posti insieme è particolarmente complicata sui biglietti economici di base o con prodotti a sedere standard su vettori ultra-low cost (Ulcc) come Spirit e Allegiant. Gli Ulcc addebitano un supplemento per l’assegnazione del posto prima del check-in, a meno che il cliente non abbia già pagato per un prodotto a tariffa combinata più costoso. Ad ogni modo, ciò vuol dire  costi più elevati per le famiglie.

I vettori tradizionali

I vettori tradizionali, nel frattempo, non consentono l’assegnazione dei posti prima del check-in per i biglietti economici di base o offrono solo la selezione anticipata dei posti a pagamento. Le famiglie che desiderano avere la certezza di sedersi insieme devono quindi acquistare un posto economico più costoso o pagare per la scelta del posto. Le famiglie che scelgono di non riservare l’assegnazione dei posti al momento della prenotazione e quelle che non riescono a trovare posti adiacenti disponibili, anche a pagamento, non sono necessariamente sfortunate. Sui loro siti web, le compagnie aeree consigliano di effettuare il check-in per i loro voli non appena ne hanno l’idoneità e di arrivare in aeroporto in anticipo. Personale dell’aeroporto cercherà di riunire le famiglie, nel caso il tentativo dovesse fallire, gli assistenti di volo faranno lo stesso. “Le compagnie aeree statunitensi lavorano per accogliere i clienti che viaggiano insieme, in particolare quelli che viaggiano con bambini, e continueranno a farlo”, ha affermato Airlines for America.

Le associazioni consumatori non sono contente

Questo status quo rimane inaccettabile per i sostenitori dei consumatori. Nel 2019, Bill McGee, il consulente per l’aviazione di Consumer Reports, ha esaminato tutti i 136 reclami relativi ai posti a sedere per famiglie ricevuti dal Dot tra marzo 2016 e novembre 2018. Dodici dei casi riguardavano bambini di età pari o inferiore a 3 anni. In tre casi il bambino era autistico. McGee sostiene che la gravità di tali casi, piuttosto che la frequenza, è ciò che il Dot avrebbe dovuto considerare prima di concludere che i vettori non devono essere soggetti a requisiti normativi relativi alle famiglie di posti a sedere insieme.

IdeaWorks ha portato come esempio le pratiche di Ryanair e Singapore Airlines che dimostrano come le compagnie aeree possano accumulare entrate per l’assegnazione dei posti pur essendo sensibili alle famiglie. I clienti che prenotano i posti Economy Lite ed Economy Value di Singapore pagano normalmente una commissione per la selezione del posto. Tuttavia, il motore di prenotazione riconosce quando un viaggiatore sta prenotando per volare con un bambino e consente automaticamente a quel cliente di scegliere posti economici gratuiti.

Sul sito web di Ryanair, i clienti che effettuano una prenotazione che include un bambino vengono automaticamente informati che fino a quattro bambini possono scegliere gratuitamente il posto a condizione che un adulto acquisti un posto riservato per una tariffa nominale compresa tra 5 e 8 sterline.

Il lavoro dei consulenti di viaggio

Negli Stati Uniti, i consulenti di viaggio incentrati sul taget famiglia dicono che sono attenti ad assicurarsi che i clienti comprendano le insidie ​​​​che vi possono essere nell’acquisto dei posti più economici, ma anche quando i clienti pagano per selezionare i posti durante la prenotazione, possono verificarsi situazioni difficili. Ad esempio, Jessica Griscavage, proprietaria di Runway Travel, un’affiliata di McCabe World Travel a McLean, in Virginia, ha attualmente clienti con problemi di posti a sedere su United ed ha raccontato il caso di “una famiglia di quattro persone, con due bambini piccoli, aveva quattro posti prenotati insieme per viaggiare durante le prossime vacanze invernali fino a quando la compagnia aerea non ha effettuato un cambio di aereo, ma quando ha cercato di trovare loro posti adiacenti sul nuovo aereo, gli unici disponibili per la selezione erano nelle file di uscita, dove i bambini non possono sedersi”. Griscavage sta monitorando il volo ogni giorno. Spera che la famiglia non debba ricorrere all’attesa fino all’arrivo in aeroporto per cercare di risolvere la situazione. “Non tutti sono viaggiatori accomodanti – ha detto la consulente di viaggio -. Questo è un grande fattore di stress per molte persone”.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti