Finlandia: rilascio certificati a chi si è vaccinato in un Paese non Ue

Il ministero degli affari sociali e della salute, l’Istituto finlandese per la salute e il benessere e l’Istituto di previdenza sociale finlandese stanno preparando l’attuazione tecnica e il modello operativo che consentirà alla Finlandia di rilasciare il certificato di vaccinazione Ue contro il Covid-19 alle persone che hanno ricevuto un vaccino approvato dall’Agenzia europea per i medicinali in un Paese non Ue.

Inoltre, si valuterà se sia possibile rilasciare il certificato in caso di prodotti vaccinali che sono elencati per l’uso in emergenza dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le persone che risiedono o vivono in Finlandia, ma che sono state vaccinate in Paesi non Ue possono ricevere il certificato di vaccinazione dell’Ue non prima della fine di ottobre.

Come funziona

Il certificato è disponibile per le persone vaccinate in Finlandia dal 22 giugno. Il certificato Ue di un ciclo completo di vaccinazione è disponibile anche per le persone che hanno ricevuto la prima dose di vaccino in un altro Stato membro dell’Ue o in un Paese non Ue e la seconda dose in Finlandia.

In linea di massima, il certificato di vaccinazione è rilasciato dal Paese in cui è stato somministrato il vaccino. Se una persona ha ricevuto le dosi necessarie per un ciclo completo di vaccinazione in diversi Paesi dell’Ue, riceverà un certificato di un ciclo completo di vaccinazione dal Paese in cui è stata somministrata la seconda dose.

I certificati digitali

I certificati digitali Covid-19 emessi da alcuni Paesi non Ue possono già essere controllati digitalmente negli Stati membri. Attualmente, tali Paesi non Ue includono Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Macedonia del Nord, San Marino, Svizzera, Turchia, Ucraina e Vaticano. Il numero di Paesi aumenterà man mano che l’Ue e diversi Paesi non Ue concorderanno sull’interoperabilità dei certificati.
Ciascuno Stato membro Ue può decidere autonomamente quali tipi di certificati Covid-19 richiedere ai viaggiatori in arrivo.

Gianfranco Nitti

 

Tags:

Potrebbe interessarti