Zoom Discover Italy 2021

As Hotels e la rinascita di Milano

Presentarsi ai nuovi operatori e allo stesso tempo, confrontarsi con i partner sui nuovi trend che si prospettano all’orizzonte: ecco gli obiettivi di As Hotels (Milano, Monza & Brianza) nel prendere parte a Discover Italy.
In termini di andamento “Milano, soprattutto nell’ultimo mese e con il segmento leisure, ha avuto una rinascita incredibile – spiega Davide Dantoni, sales & marketing dpt – . Grazie all’incremento delle vaccinazioni, in Italia e in Europa, sicuramente ci si è sentiti più liberi e questo ha riconfermato, non solo il nostro Paese sulla top 3 delle destinazioni estive, ma ha incoraggiato anche i francesi, i belgi, gli olandesi, i tedeschi e gli svizzeri a tornare”.
Durante questo anno il gruppo alberghiero si è tenuto sempre aggiornato sulle previsioni dei maggiori mercati turistici sia di provenienza Eu che extra Eu. “Quella voglia di Italia da parte dei Paesi europei, che fino a qualche mese fa leggevamo essere alta in termini statistici – prosegue Dantoni -, adesso è realtà e si sente, finalmente!”. Ma in questo periodo post pandemia si stanno affacciando nuovi target? “Sicuramente c’è un fortissimo incremento del turismo ‘da Italia a Italia’ – risponde il manager – grazie anche al Bonus Vacanze, che con la sua validità fino alla fine dell’anno, ha spronato tantissime famiglie a viaggiare nelle ultime due estati”. N.S.

Tailor made la scelta di Discover South

Pacchetti tailor made per un pubblico diverso dal solito che includono transfer, visite guidate, degustazioni in cantine tipiche, il tutto all’insegna dell’autenticità: si tratta degli assi nella manica che ha in serbo per l’immediato futuro Discover South (Napoli). “L’offerta è cambiata anche in un senso più ‘green’ – spiega il direttore tecnico Luca Coppola -, con l’utilizzo all’interno dei nostri pacchetti anche di pass della Regione che includono trasporti e musei per la durata di 3 giorni. Si tratta di un modo per incentivare i servizi anche con l’utilizzo di trasporti pubblici per i principali siti Unesco e per raggiungere le destinazioni balneari”. In termini di trend, “dal mese di giugno è ricominciato un flusso di prenotazioni graduale che testimonia sia la presenza di ospiti all’interno delle strutture alberghiere ed extralberghiere nel Golfo di Napoli, sia dirette per la richiesta di tour, escursioni e soggiorni personalizzati – prosegue Coppola -. Crediamo in un’onda lunga fino all’autunno”.
Accanto al domestico, l’operatore registra un afflusso in particolare da Francia e Polonia, oltre a Spagna e Centro Europa: si tratta di famiglie, coppie e di piccoli gruppi, pertanto una prevalenza degli individuali rispetto ai gruppi e un target giovane under 30-40. “Sicuramente i nostri mercati di riferimento da sempre sono Inghilterra e Stati Uniti – commenta il manager -. L’auspicio è che si possa sbloccare la situazione internazionale attuale con la possibilità di agevolare i flussi”. Per il 2022 Discover South sta puntando a “caratterizzare le destinazioni vesuviane con punti legati all’accoglienza turistica – anticipa Coppola -. Proveremo a offrire qualità, assistenza e accoglienza ai visitatori in arrivo per orientarli e supportarli nel corso del proprio soggiorno. La pianificazione assume un ruolo importante e la possibilità di interfacciarci con tour operator ed agenzie a Discover Italy ci consente di illustrare al meglio sia le tappe fondamentali di un viaggio nelle nostre destinazioni, sia di assecondare gusti e fabbisogni degli ospiti – conclude il manager -, lavorando ad una personalizzazione che può davvero fare breccia in tutti coloro che desiderano raggiungerci”. N.S.

Fulvia Tour: focus su strutture e servizi

Gruppi meno numerosi e maggiore attenzione alle strutture e ai servizi prenotati. Su questi temi di grande attualità, emersi in seguito all’emergenza Covid, si è concentrata Fulvia Tour di Adria. Come spiegano dal reparto gruppi, “al workshop Discover Italy di Sestri Levante presenteremo nuovi prodotti che ben si adattano alla situazione attuale”.
Commentando il trend estate, da Fulvia Tour spiegano che “è andato abbastanza bene giugno e la prima metà di luglio. A livello di gruppi, ne abbiamo già alcuni prenotati per settembre e ottobre. Per quanto riguarda gli individuali, la situazione in quest’ultima settimana si è arenata a causa delle notizie allarmanti dei media sul diffondersi della variante Delta”. Il mercato estero, poi, al momento risulta bloccato a causa delle restrizioni.
“I gruppi che avevamo pianificato non si sono concretizzati”, spiega l’azienda che in vista della partecipazione a Discover Italy si attende di trovare “partner esteri affidabili con cui elaborare programmi personalizzati che permettano di visitare le principali città dell’Italia con un occhio di riguardo per la nostra Regione Veneto, che ha tantissime bellezze da offrire ai turisti”.
Intanto per la stagione 2022 “stiamo elaborando programmi sia per gruppi che per individuali, nei quali promuoveremo nuove destinazioni – annunciano da Fulvia Tour -. Gli itinerari verranno elaborati inserendovi località e borghi che normalmente non sono inclusi nei classici tour del turismo di massa. I nostri programmi prevederanno la visita delle città più belle e al contempo verranno arricchiti di esperienze legate alla tipicità del nostro territorio, quali la visita alle cantine di pregiati vini con degustazione, scuola di cucina, attività di birdwatching nel Delta del Po e slow tourism”. L.D.

Schema Vacanze lancia una piattaforma dinamica

Schema Vacanze è un tour operator con sede a Napoli e proprio dalla Campania parte, nel 2005, la sua attività, in particolare da Ischia, Costiera Sorrentina e Amalfitana. A tracciare gli sviluppi dell’operatore è il ceo di Schema Vacanze, Danilo Coppola: “Ci siamo progressivamente espansi con la contrattazione diretta prima proponendo tutto il mare Italia (Sicilia, Sardegna, Puglia e Calabria) e poi via via abbiamo incrementato le mete inserendo Strutture termali e benessere in tutta Italia, dando sempre maggiore attenzione sia alle iniziative esperienziali che a quelle legate alla passione dei nostri ospiti, come golf, paddle e sport velici”.
Quest’anno, in vista della ripresa, Schema Vacanze si è dotato di una piattaforma software con disponibilità dinamica per allargare la contrattazione alle maggiori città d’arte italiane(Napoli, Roma, Firenze, Venezia) “e per poter dare un servizio completo al turismo straniero che ci aspettiamo finalmente in ripresa dopo la crisi pandemica – prosegue il manager – dando una particolare attenzione anche ai piccoli centri”.
L’operatore, che sarà presente al workshop Discover Italy a settembre, è specializzato in piccoli gruppi: “Pensiamo che il turismo dei prossimi mesi sia orientato non più alla massa ma a luoghi ed esperienze più intime e speciali e auspichiamo una stagione di vendita all’insegna di una maggiore stabilità rispetto alle ultime due”, dichiara Coppola. L.D.

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti