Aim Group International: ripartono gli eventi in presenza

L’ultima parte dell’anno si sta rivelando un periodo di ripartenza per Aim Group International, con un forte riavvio di eventi in presenza, tra cui anche congressi internazionali con una ampia partecipazione.

I dati

Da fine agosto a dicembre Aim Group gestirà 35 grandi eventi (con oltre 100 partecipanti) che coinvolgono complessivamente circa 15.000 partecipanti. Tutte le tipologie sono interessate: congressi medico-scientifici, meeting associativi e aziendali (in ambito farmaceutico e non), corsi Ecm, attività Dmc e viaggi incentive (anche da oltreoceano). Questi eventi si svolgono in formato virtuale, ma più spesso in modalità ibrida, con una cospicua partecipazione in presenza.

“Stiamo riscontrando una risposta entusiastica agli eventi in presenza sia da parte dei clienti associativi e corporate sia dei delegati, felici di partire per un viaggio, incontrare i loro colleghi internazionali faccia a faccia, scambiare idee, chiacchierare liberamente e stringere nuove relazioni in un ambiente sicuro – sottolinea Gianluca Buongiorno, presidente di Aim Group International -. La sicurezza è una delle nostre principali preoccupazioni, tutte le misure protettive e preventive sono messe in atto, e notiamo infatti che i delegati si sentono molto a loro agio, sono fiduciosi e si stanno rapidamente abituando a una nuova normalità”.

Gli eventi realizzati

Di recente sono stati realizzati con successo grandi eventi come il congresso europeo Esot Congress 2021 che ha riunito 1.200 delegati in presenza a Milano, affiancati da 1.400 delegati online, la fiera internazionale del food Cibus a Parma, l’Assemblea Generale e il Simposio Scientifico (Gass) dell’Unione Radioscientifica Internazionale (Ursi), e altri importanti eventi sono previsti in tutta Europa (Austria, Belgio, Italia, Portogallo, ecc.). Un altro evento imminente è un gruppo incentive dal Messico al Portogallo.

“Siamo felici di questi risultati. La nostra capacità di supportare i clienti nel prendere decisioni importanti in un contesto molto difficile, la nostra propensione a cambiare e adattarci con flessibilità, la nostra prontezza e disponibilità ci hanno consentito di mantenere le relazioni a lungo termine con i clienti e di acquisire nuovi clienti ed eventi – sottolinea il presidente -. Dall’inizio della pandemia, abbiamo sperimentato insieme ai nostri clienti e li abbiamo indirizzati ad adottare nuove soluzioni, formati e tecnologie. Abbiamo ottenuto risultati sorprendenti, come il tour Siaarti ICare o la Fimp House che hanno recentemente ricevuto un nuovo premio internazionale per l’innovazione”, aggiunge Buongiorno.

Il futuro

A quanto annunciato dal presidente in Aim Group l’obiettivo è “realizzare eventi di successo, garantire che i partecipanti siano al sicuro, coinvolti e soddisfatti, mantenere i cambiamenti intrapresi mentre proseguiamo il percorso verso una nuova normalità. Di fronte a queste nuove realtà, ci impegniamo a completare la trasformazione e a portarla avanti per raggiungere un nuovo modo di progettare eventi e supportare i clienti. Dopo la fase di avvio di questo cambiamento, ora è necessario perseverare per portare a termine l’intero processo, nonostante le eventuali difficoltà. Siamo sicuri che la ripresa dell’industria degli eventi e il suo nuovo volto si affermeranno solo se manteniamo salda la nostra ossessione per realizzarli”.

Tags:

Potrebbe interessarti