L’incoming di Promotur fuori dai percorsi più battuti

La storia dell’agenzia Promotur di Torino risale al 1974, con la fondazione della società da parte di Carlo Buffa di Perrero, che ha trasmesso ai figli la passione dei viaggi. Eugenio Buffa di Perrero, seconda generazione in azienda, è responsabile gruppi della società e parla dello sviluppo dell’idea secondo la quale è quasi inutile girare il pianeta se poi non si conosce la propria terra. Da qui il progetto dedicato all’incoming. “Abbiamo creato delle occasioni di viaggio ma fuori dai soli circuiti, cercando di far conoscere le eccellenze nascoste”. Dalle visite storiche a quelle programmate in location normalmente chiuse al pubblico, fino alle cosiddette “limited edition”, che vengono programmate una volta al mese.

I tour virtuali

“Nel periodo di proliferazione pandemica – commenta Buffa di Perrero – abbiamo ideato i tour virtuali instaurando un modello di interazione con i nostri clienti ed i corrispondenti presenti in tutto il mondo. Abbiamo anche messo in palio dei premi con dei test da risolvere”. Un modo per reinventarsi e “quest’anno abbiamo spinto la presenza sui social con prodotti da vendere online”. Quando era in vigore la zona gialla sono stati previsti anche dei tour a piedi in giro per la città. Ancora pochi i gruppi organizzati, che si sono mossi sotto data da maggio ad oggi.

Il lungo raggio può attendere

“Ora restiamo sull’allerta, pronti a cogliere segnali positivi dalle agenzie straniere con le quali lavoriamo. Sul lungo raggio outgoing si dovrà aspettare ancora un po’ di tempo prima di tornare alla normalità – spiega -. Noi nel frattempo continuiamo a rafforzare i social: siamo presenti con una nostra tv su Youtube e ci prepariamo al cambiamento della domanda”. Secondo il manager, infatti, bisognerà aspettarsi un incremento dei viaggi individuali rispetto ai gruppi. Sul bilancio estivo il prodotto che è stato più venduto da Promotur risulta quello legato al mondo delle crociere: “Garantisce un buon rapporto qualità-prezzo, protocolli sicuri e pacchetti Covid free”.

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato